menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, a Tor Vergata con il fiato sospeso per il volo dell'astronauta Samantha Cristoforetti

E’ tutto pronto per la partenza  di Samantha Cristoforetti la prima astronauta italiana verso lo spazio: sarà il suo gran momento alle 21:59 (CET), ora italiana, domenica sera, 23 novembre 2014. Capitano pilota dell'Aeronautica Militare,  Samantha...

E' tutto pronto per la partenza di Samantha Cristoforetti la prima astronauta italiana verso lo spazio: sarà il suo gran momento alle 21:59 (CET), ora italiana, domenica sera, 23 novembre 2014. Capitano pilota dell'Aeronautica Militare, Samantha sarà la prima italiana nello spazio e la settima astronauta italiana dell'ASI, il nostro ente spaziale per conto dell'ESA, European Space Agency.

Sarà il primo lancio nello spazio per la nostra astronauta che inizierà la Missione FUTURA, la seconda di lunga durata dell'ASI, Agenzia Spaziale Italiana. Samantha rimarrà nello spazio per sei mesi a bordo dell'ISS, la Stazione Spaziale Internazionale, svolgendo i numerosi esperimenti per i quali si è a lungo allenata e specializzata. L'ASI, l'unica Agenzia Spaziale nazionale in Europa ad aver accesso diretto alle risorse della Stazione Spaziale, ISS, ha sviluppato per la Missione "FUTURA" otto progetti italiani di ricerca scientifica e tecnologica, che saranno svolti dalla nostra astronauta Samantha nei sei mesi di permanenza a bordo della ISS: cinque progetti saranno dedicati allo studio della fisiologia umana in condizioni di assenza di peso, due progetti di ricerca effettueranno analisi biologiche su campioni cellulari che si manterranno in microgravità, nonché la ricerca di radiazioni e infine, a dimostrazione di tecnologia, sarà sperimentato a bordo un processo di produzione automatizzato per la realizzazione di oggetti 3D in assenza di gravità, come stampa 3D. Sono tutti esperimenti da laboratorio in assenza di gravità per migliorare la vita sulla Terra o, meglio, per preparare l'ulteriore esplorazione umana del nostro Sistema Solare. Nel lungo periodo, Samantha manterrà i contatti con la Terra, soprattutto con giovani scolari per mettere a punto un Programma di Nutrizione per vivere una vita sana. Con video lezioni Samantha aiuterà i bambini a comprendere l'importante ruolo di riciclare l'anidride carbonica per produrre cibo e ossigeno: sarà anche analizzato e spiegato dallo spazio il processo di fotosintesi soffiando anidride carbonica su campioni di un'alga, la spirulina, una delle prime forme di vita sul nostro pianeta. Sono tutti programmi di ricerca selezionati dall'ASI per essere sviluppati a bordo nella Stazione Spaziale da progetti presentati da Università, Centri di ricerca, industrie e PMI italiane. La partecipazione di Samantha Cristoforetti nella spedizione ISS 42/43 conferma il ruolo di primo piano che l'Italia ha raggiunto da tempo nel settore spaziale e in particolare nell'attività di ricerca a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Verso lo spazio, la navicella Soyuz decollerà dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan alla volta della Stazione Spaziale e porterà a bordo Samantha insieme all'equipaggio della Missione ISS 42/43, il comandante russo Anton Shkaplerov di ROSCOSMOS e l'americano Terry Virts, come ingegnere di volo spaziale della NASA. La Stazione Spaziale sarà raggiunta dopo sei ore con aggancio della Soyuz alle 02:59 GMT (03:59 CET) il 24 novembre, a 400 kilometri di distanza in orbita terrestre. La nostra astronauta sarà membro effettivo dell'equipaggio di Missione contribuendo allo svolgimento di tutti i compiti di ricerca e sperimentazione del laboratorio spaziale. Entrata in addestramento degli astronauti ESA nel 2009 per un intero anno, Samantha è stata assegnata nel 2011 come astronauta di riserva alla ISS, la Stazione Spaziale, allenandosi alle EVA, Extra-Vehicular Activities, le uscite dalla Stazione nello spazio, ed ha anche conquistato in addestramento il "sedile di sinistra" della navicella Soyuz, cioè il ruolo di primo ingegnere di volo, che tuttavia in questa Missione 42/43 sarà ricoperto da Terry Virts della NASA. A luglio del 2012 Samantha ha iniziato a realizzare il sogno di una vita: prima donna italiana nello spazio, è stata assegnata alla Missione FUTURA dell'Agenzia Spaziale Italiana per la lunga permanenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Per questo si è concluso l'effetto di un accordo bilaterale tra ASI e NASA, per la fornitura dell'ASI all'ente spaziale statunitense di un modulo abitativo permanente, il PMM "Leonardo", attaccato all'ISS e altri moduli di rifornimento di progettazione italiana per la Stazione, in cambio del volo di missione e del diritto a ricerche scientifiche.

A Roma, nella sede dell'ASI a Tor Vergata, la serata speciale si aprirà con l'introduzione del Presidente dell'ASI, Roberto Battiston e la partecipazione del On. Stefania Giannini, Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, di Thomas Reiter, Direttore ESA dei Voli Spaziali Abitati e del Gen. Pasquale Preziosa, Capo di Stato Maggiore Aeronautica Militare. Sia il lancio sia gli esperimenti di ricerca della Missione italiana FUTURA saranno commentati dai nostri tre più giovani astronauti dell'ESA, per la loro straordinaria esperienza nello spazio: Roberto Vittori, Paolo Nespoli e Luca Parmitano. L'evento del lancio potrà essere seguito in diretta streaming sulla homepage di AsiTV e nel sito di esa.int. La serata a Roma si concluderà con una conferenza stampa dell'ASI, a commento del significativo contributo dell'Italia nello spazio e per le attività di ricerca italiana nella Stazione Spaziale.

Silvana Stazzone

?
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento