Roma, a Torpignattara arrestato topo d’appartamento. In manette un 24enne romano

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi finalizzati alla prevenzione dei furti in appartamento scattato nel periodo delle estivo, la scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Roma Torpignattara, hanno arrestato un 24enne romano con...

Carabinieri 10

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi finalizzati alla prevenzione dei furti in appartamento scattato nel periodo delle estivo, la scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Roma Torpignattara, hanno arrestato un 24enne romano con precedenti, mentre stava rubando all’interno di un’abitazione di via di Acqua Bullicante .

Grazie al buon rapporto di vicinato, un condomino ha sentito dei rumori sospetti provenire dall’interno della casa confinante alla sua - che sapeva essere in questo periodo disabitata - e non ha esitato a chiamare il “112”.

Intervenuti rapidamente, i Carabinieri hanno sorpreso l’uomo ancora all’interno dell’abitazione e con il bottino tra le mani, arrestandolo e recuperando l’intera refurtiva.

I Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato anche gli arnesi da scasso utilizzati dal “topo d’appartamento”.

Il ladro è stato portato in caserma, dove è trattenuto in attesa del rito direttissimo.

VIA TIBERINA – SI FINGE CLIENTE DI UNA PROSTITUTA E LE SCIPPA LA BORSA CARABINIERI ARRESTANO 25ENNE.

Ha avvicinato una donna che si prostituisce in via Tiberina, chiedendole informazioni sul prezzo di una sua prestazione e, con un gesto fulmineo le ha strappato la borsa ed è fuggito a piedi.

Per questo motivo, ieri pomeriggio, un ragazzo 25enne del Gambia, con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia Cassia con l’ausilio dei militari della Scuola di Perfezionamento al Tiro che, transitando lungo la strada, sono stati fermati dalla vittima - una 22enne nigeriana - pochi istanti dopo essere stata derubata.

Il rapido intervento e la dettagliata descrizione dell’autore del furto fornita dalla donna, ha permesso ai Carabinieri di rintracciarlo e di bloccarlo poco dopo, mentre si trovava ancora nelle vicinanze.

Quando è stato fermato dai Carabinieri, il 25enne è stato trovato in possesso della borsa che è stata restituita alla vittima.

L’arrestato, accusato di furto con strappo, è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

ROMA – CHIEDE INSISTENTEMENTE SOLDI AD UN GIOVANE CHE GLIELI NEGA, POI LO SEGUE FINO ALLA SUA AUTO, MANDA IN FRANTUMI IL FINESTRINO E TENTA DI AGGREDIRLO NELL’ABITACOLO minacciandolo con un coltello. ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata hanno arrestato un 50enne romano, già conosciuto alle forze dell’ordine, con le accuse di tentata estorsione e porto illegale di arma bianca.

L’uomo, che abitualmente si appostava nei pressi di una farmacia ubicata in via Casilina, per chiedere offerte di denaro ai passanti, ha avvicinato un ragazzo romano di 32 anni, che stava andando a recuperare la sua auto, chiedendogli insistentemente “una moneta”.

Il 32enne, dopo aver negato l’elargizione di denaro, per evitare ulteriori discussioni e scrollarsi di dosso quel seccatore, è salito a bordo del suo veicolo tentando di allontanarsi.

A quel punto, il 50enne ha pensato bene di sfondare il finestrino lato guida dell’auto della vittima e di aggredirla fisicamente all’interno dell’abitacolo, minacciandola anche con un coltello.

Alcuni passanti hanno notato la scena ed hanno immediatamente avvisato il “112”. Da li a poco una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata è riuscita ad intervenire in tempo per bloccare il violento molestatore.

L’uomo, nel frattempo, aveva tentato di nascondere il coltello – con lama lunga 11 cm - in uno zaino che portava con sé, ma è stato rinvenuto e sequestrato dai Carabinieri.

La vittima, pur riportando un evidente gonfiore al volto e vari tagli sulle braccia provocati dalle schegge di vetro che lo avevano colpito, ha rifiutato le cure.

Il suo aggressore, invece, è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

OCCUPAZIONI ABUSIVE IN VIA DELLA VITE, POLIZIA LOCALE E CARABINIERI INTERVENGONO NUOVAMENTE

Dopo l'intervento del 13 luglio scorso, durante il quale Carabinieri e Polizia Locale avevano effettuato multe e rimozioni di tavolini, anche ieri disposte nuove verifiche: a pochi giorni di distanza, quindi, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina e i caschi bianchi del gruppo Centro sono tornati sul posto per verificare il rispetto della legalità.

Gli agenti hanno constatato irregolarità in due delle attività: la prima, un laboratorio di gelateria con vendita di prodotti alimentari (prima multa contestata) presentava alcuni metri quadri di occupazione abusiva; la seconda attività, già multata durante lo scorso intervento, presentava circa 21 mq. di occupazione abusiva e nuovi arredi installati, che di fatto aumentavano la superficie di somministrazione con nuovi coperti.

Nei confronti del recidivo è scattata una denuncia ai sensi degli art. 633 e 639 bis del Codice Penale per "invasione di terreni", con conseguente sequestro di 13 tavoli, 28 sedie, 1 seggiolino per bambino e 3 fioriere.

Gli arredi, posizionati all'interno dei locali, dei quali l'esercente è stato nominato custode giudiziario, non potranno essere toccati e dovranno restare a disposizione dell’autorità giudiziaria, pena una denuncia per "violazione di sigilli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le attività di controllo proseguiranno anche nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento