Roma, a via Frattina:  armate con una lastra in plastica tentano di aprire il portone di un appartamento

Due giovani nomadi di 20 e 25 anni sono state arrestate dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina con l’accusa di tentato furto in abitazione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Due giovani nomadi di 20 e 25 anni sono state arrestate dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina con l’accusa di tentato furto in abitazione.

Le ragazze sono state notate dai militari ieri pomeriggio, mentre si introducevano furtivamente all’interno di uno stabile di via Frattina. I Carabinieri, quindi, hanno deciso di tenere d’occhio i loro movimenti e, entrati nel palazzo dopo di loro, le hanno sorprese ad armeggiare sulla porta d’ingresso di un appartamento con una lastra in plastica, nel tentativo di forzarne la serratura. Subito bloccate ed arrestate dai Carabinieri, le due ladre sono state trovate in possesso di altri numerosi arnesi per lo scasso che sono stati sequestrati. Le ladruncole sono state trattenute in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. ANAGNINA – AGGREDITA E TRASCINATA IN UN’AIUOLA DA UN CONNAZIONALE CHE VOLEVA MOLESTARLA. SALVATA DAI CARABINIERI, ALLERTATI DA UN PASSANTE. Questa notte, i Carabinieri della Stazione Roma Appia, insieme ai colleghi della Compagnia Speciale e del personale dei “Granatieri di Sardegna”, impegnati in uno dei pattugliamenti dell’operazione “Strade Sicure”, hanno arrestato un cittadino romeno di 44 anni, operaio, con l’accusa di violenza sessuale. L’uomo, nei pressi del Terminal Anagnina, ha avvicinato una connazionale di 62 anni, di professione badante, che era in attesa di un autobus in una delle banchine del terminal. Dopo averla importunata e aggredita, il 44enne, in preda ad un raptus, l’ha trascinata in una vicina aiuola iniziando a molestarla pesantemente. Fortunatamente, un passante ha udito le urla di aiuto della donna ed ha allertato i Carabinieri e i militari dell’Esercito: il loro intervento ha permesso di bloccare l’aggressore e di impedirgli di portare a compimento la violenza. La vittima, soccorsa ed accompagnata al “ Policlinico Casilino”, oltre al grande spavento, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni. Il cittadino romeno è stato arrestato e portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria STAZIONE TIBURTINA – BANDA DI RAPINATORI AGGREDISCE E DERUBA DUE GIOVANI. IN 4 ARRESTATI DAI CARABINIERI Questa notte, 4 cittadini romeni di età compresa tra i 42 e i 35 anni, tre dei quali già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma viale Eritrea con l’accusa di rapina. Il “branco” ha accerchiato e aggredito a calci e pugni un cittadino lituano di 19 anni ed uno ucraino di 22 anni, entrambi domiciliati in piazzale delle Province, che stavano camminando in piazzale della Stazione Tiburtina. Dopo il pestaggio, i ladri si sono impossessati del bagaglio che il 19enne stava portando con sé, tentando di fuggire e far perdere le loro tracce. Nella circostanza, il 22enne ucraino, nel tentativo di difendersi dall’assalto, ha fronteggiato i 4 rapinatori avendo, però, la peggio. I Carabinieri hanno notato il parapiglia da lontano e sono accorsi in aiuto delle vittime, riuscendo a sbarrare la strada ai fuggitivi e ad ammanettarli. La valigia è stata recuperata e restituita al proprietario. Il ragazzo ucraino, portato in ospedale, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. I 4 malviventi sono stati portati nel carcere di Regina Coeli dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Tragico scontro tra 5 moto: il centauro morto è il ciociaro Gianluigi Giansanti. Feriti gli altri 4

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

  • Coronavirus, reso noto il boom di casi in Ciociaria. D'Amato: 'Assembramenti di genitori all'entrata delle scuole'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento