Roma, ad Acilia manomissioni e allacci abusivi alla reti pubbliche: 3 in manette

I Carabinieri della Stazione di Roma Acilia, con l’ausilio dei tecnici dell’ ItalGas e dell’ A.C.E.A., hanno effettuato durante la settimana in corso un’operazione, che ha interessato l’area urbana di Acilia, finalizzata alla prevenzione e...

I Carabinieri della Stazione di Roma Acilia, con l’ausilio dei tecnici dell’ ItalGas e dell’ A.C.E.A., hanno effettuato durante la settimana in corso un’operazione, che ha interessato l’area urbana di Acilia, finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati legati alla fruizione indebita di pubbliche forniture di energia, che si è conclusa con 3 arresti eseguiti in flagranza di reato, un romano 40enne, pregiudicato, in un caso e in un altro una coppia di 26enni, di cui uno pregiudicato, tutti per furto aggravato.

Nel primo caso l’uomo aveva effettuato degli allacci abusivi sia al gas-metano che alla rete elettrica, danneggiando la rete di distribuzione, arrecando un rilevante danno economico alle società che la gestiscono.

Lo stesso è stato arrestato e condotto presso le aule del Tribunale di Roma dove è stato disposto che lo stesso fosse sottoposto all’obbligo di firma presso la Polizia Giudiziaria.

Nel secondo caso la coppia di giovani aveva violato il sigillo di sicurezza del contatore del gas-metano attivandone abusivamente un’erogazione, ed inoltre realizzando un allaccio alla rete elettrica del proprio condominio.

I due giovani sono stati messi in libertà dopo la convalida dell’arresto.

In entrambi i casi tali allacci abusivi, oltre al danno economico arrecato alle società di distribuzione dei servizi, erano suscettibili di arrecare pericolo all’incolumità pubblica: la manomissione degli impianti, infatti, compromette i livelli di sicurezza garantiti dalle ditte fornitrici dei servizi ed è suscettibile di arrecare danni non solo a chi la perpetra, ma anche ai vicini.

Proprio per garantire o, talvolta, ripristinare le condizioni di sicurezza minime proseguono a tappeto, nel frattempo, i controlli nell’area dei Carabinieri che, solo due settimane or sono, avevano arrestato ben 7 persone in una palazzina abusivamente occupata in via Ruspoli e alimentata con un allaccio diretto occultato in una palestra al suo pianterreno.

“PROVA A PRENDERMI”: ESIBISCE AI CARABINIERI DOCUMENTI FALSI, SCOPERTO UN CATTURANDO

CASAL PALOCCO: ai Carabinieri della Stazione di Roma Casal Palocco, abituati a battere attentamente il loro territorio di giurisdizione, non era passato inosservato quel volto nuovo in via Malipiero, dove risultava che un maturo uomo bulgaro avesse da poco preso casa. Distinto, discreto, quasi insospettabile: quasi, appunto, ma non per i militari della locale Stazione che, nel corso di un posto di controllo, lo hanno fermato ed esaminato.

L’uomo, a richiesta dei militari, ha esibito loro documenti bulgari, patente e carta d’identità che, dopo accurati esami e confronti, si sono rivelati contraffatti. I Carabinieri, infatti, hanno scoperto poi che si trattava di un romano 58enne, non già di un cittadino straniero: è finito in manette per il possesso di documenti falsi validi per l’espatrio.

Nel proseguire gli accertamenti a suo carico, l’uomo è risultato destinatario di un ordine di custodia cautelare in carcere spiccato dal Tribunale di Roma nel 2014 per associazione a delinquere finalizzata a vari reati finanziari, tra cui bancarotta fraudolenta, distruzione di documenti contabili e indebita compensazione d’imposta. Nel corso della perquisizione presso l’abitazione i Carabinieri hanno anche rinvenuto poco più di 19.000 € in contanti.

Subito in manette, l’uomo è finito in carcere in esecuzione dell’ordine da cui era gravato e, per di più, con gli addebiti derivanti dal possesso dei falsi documenti.

FLAMINIO – GIOVANE NOMADE SORPRESA A RUBARE IN UN APPARTAMENTO. BLOCCATA E CONSEGNATA AI CARABINIERI.

Una giovanissima nomade di appena 14 anni è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, sorpresa a rubare in un appartamento di una anziana 83enne, in via Flaminia Nuova.

La baby ladra, probabilmente in compagnia di altri complici riusciti a fuggire, aveva danneggiato la serratura della porta d’ingresso dell’appartamento, riuscendo ad introdursi e a rubare vari oggetti in argento e del denaro contante.

Sfortunatamente per lei però un condomino, ha udito il trambusto ed è riuscito a bloccare solo la minore, nonostante la sua strenua resistenza ed a trattenerla.

I Carabinieri arrivati sul posto dopo pochi minuti hanno recuperato l’intera refurtiva, sequestrato gli arnesi utilizzati, hanno accompagnato la giovane in caserma e successivamente presso il centro di prima accoglienza dei minori di via Virginia Agnelli, a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria

VIA NAZIONALE – RUBA IL CELLULARE AD UNA RAGAZZA MA CARABINIERI LIBERI DAL SERVIZIO LO SCOPRONO E LO ARRESTANO.

A bordo di un bus, in via Nazionale, ha sfilato dalla tasca del giubbotto di una giovane uno smartphone e rapidamente è sceso alla prima fermata utile. Il suo passo veloce ha insospettito due Carabinieri del Comando di Roma Piazza Venezia, liberi dal servizio, che stavano transitando e che lo hanno bloccato. A quel punto, il ladro, un 20enne marocchino ha tentato di disfarsi del telefono gettandolo in un cestino dei rifiuti.

Gli immediati accertamenti hanno permesso di risalire alla proprietaria del telefono, una 26enne iraniana ma residente a Roma, che è stata rintracciata sullo stesso bus che il fermato aveva abbandonato repentinamente, ancora ignara del furto subito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riconsegnata la refurtiva, i Carabinieri hanno portato l’arrestato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, 147 nuovi casi in provincia di Frosinone. Positivo anche un dipendente comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento