menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, al Casilino 11 anni di botte da orbi ai genitori. Arrestato 31enne romano

Da undici anni costringeva i genitori a sopportare quotidianamente soprusi e richieste di denaro per soddisfare la sua condizione di tossicodipendente, ma dopo gli ultimi due episodio di violenza i due  hanno deciso di denunciarlo. Due giorni

Da undici anni costringeva i genitori a sopportare quotidianamente soprusi e richieste di denaro per soddisfare la sua condizione di tossicodipendente, ma dopo gli ultimi due episodio di violenza i due hanno deciso di denunciarlo. Due giorni

fa la sala operativa della Questura è stata messa in allarme dalla richiesta di aiuto della donna che, ormai esausta, ha deciso di denunciare quanto le stava accadendo.

Agli agenti del Reparto Volanti intervenuti in una via del Casilino, dove la vittima abita con il marito, la donna ha riferito di essere stata vittima dell'ennesimo episodio di violenza da parte del congiunto che, oltre ad averla picchiata per non aver ceduto alla sua richiesta di danaro, si era appropriato del televisore di casa, delle chiavi della macchina ed era uscito.

Raccolte le prime informazioni, utili al fine del rintraccio del giovane, i poliziotti hanno diramato le note di ricerca alle altre pattuglie della Polizia impegnate nella zona e, dopo poco tempo, lo stesso è stato rintracciato in via dell'Archeologia. Trovato in forte stato di agitazione, gli investigatori hanno chiesto l'intervento di una unità medica che, giunta sul posto, dopo aver visitato l'uomo ne hanno disposto il ricovero in ospedale.

Tenuto in osservazione per 24 ore, il giorno dopo è stato dimesso e per i genitori è ricominciato il calvario. Appena entrato nell'abitazione infatti, ha ricominciato con le richieste di soldi, le minacce di morte e le percosse. Questa volta inoltre, per evitare che la madre potesse chiedere nuovamente l'intervento della Polizia, si è impossessato del suo telefonino e lo ha lanciato a terra frantumandolo.

Fortunatamente, però, la donna è riuscita ugualmente ad avvisare il 113. Dopo l'ennesimo sopralluogo, i poliziotti sono riusciti a calmare il 31enne. Questa volta però a finire in ospedale è stata la donna che a causa delle percosse ricevute dal figlio è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari.

Dimessa dall'ospedale con una prognosi di alcuni giorni per contusioni varie, la donna si è recata presso gli uffici di Polizia del Commissariato Casilino, dove ha sporto una dettagliata denuncia.

Per il giovane, invece, al termine degli accertamenti, è stato disposto l'arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento