Roma, al Colosseo e Colle Oppio controlli antidegrado arrestate due persone per rapina

Gli intensi controlli antidegrado dei Carabinieri nelle aree monumentali tra Colosseo e Colle Oppio hanno portato all’arresto, in poche ore, di due persone, entrambe con l’accusa di rapina.

Gli intensi controlli antidegrado dei Carabinieri nelle aree monumentali tra Colosseo e Colle Oppio hanno portato all’arresto, in poche ore, di due persone, entrambe con l’accusa di rapina.

Nel primo caso, nel parco di Colle Oppio, un 18enne egiziano senza fissa dimora e con precedenti è stato bloccato dai Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante, coadiuvati dai Carabinieri dell’ 8° Reggimento Lazio, dopo aver strappato una collana d’oro dal collo di un turista francese di 35 anni. La vittima ha tentato di divincolarsi dal malvivente, ma è stato preso a calci e pugni. L’intervento dei Carabinieri ha consentito di bloccare il 18enne e di riconsegnare la refurtiva alla vittima che, per fortuna, non ha riportato lesioni.

In piazza del Colosseo, invece, gli stessi Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante hanno arrestato un cittadino americano di 42 anni, da tempo residente a Roma, di professione procacciatore di turisti, con le accuse di rapina impropria e lesioni personali aggravate. L’uomo si è avvicinato agli alcuni espositori di un’edicola ubicata nella piazza a pochi passi dall’Anfiteatro Flavio e ha arraffato alcune confezioni di caramelle. Quando è stato scoperto dall’edicolante, un cittadino del Bangladesh di 47 anni regolarmente in Italia, il 42enne lo ha colpito violentemente al volto con un pugno che gli ha provocato la frattura della mascella. I Carabinieri hanno notato il parapiglia e sono immediatamente intervenuti bloccando l’aggressore e prestando i primi soccorsi alla vittima.

Viste le condizioni del cittadino del Bangladesh, è stato, successivamente, attivato il 118 per il suo trasporto in ambulanza all’ospedale San Giovanni Addolorata, dove è stato medicato e dimesso con una prognosi di 30 giorni.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

AVENTINO, CARABINIERI ARRESTANO LADRO DI “ORO ROSSO”. SORPRESO SUL TETTO DI UNA CHIESA.

La scorsa notte, rientrando da un servizio di ordine pubblico, una Squadra Operativa di Supporto (SOS) dei Carabinieri del Battaglione “Puglia” ha sorpreso un cittadino romeno di 30 anni mentre stava rubando una grondaia in rame dal tetto di una chiesa e, con l’ausilio dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, lo ha arrestato.

L’episodio è accaduto nel quartiere Aventino, in via di Porta San Sebastiano, dove il ladro di “oro rosso”, in compagnia di due complici che sono riusciti a dileguarsi, si è arrampicato sul tetto della Chiesa San Cesareo in Palatio per rubare la preziosa tubatura in rame.

I Carabinieri sono intervenuti grazie a una telefonata giunta al Numero Unico di Emergenza “112” fatta da un cittadino che aveva notato l’insolita presenza dell’uomo sul tetto della chiesa.

Il ladro era riuscito, in pochi minuti, a smontare un bel tratto di gronda che è stato recuperato dai militari intervenuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accusato di furto aggravato, l’arrestato è stato accompagnato in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento