menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Roma, al Pantheon ladre sorprese mentre fuggono da un appartamento appena visitato

I Carabinieri della Stazione Roma piazza Farnese, con la collaborazione dei militari del Comando Senato della Repubblica, hanno sorpreso tre ladruncole nomadi di 12, 24 e 25 anni, tutte già note alle forze dell’ordine e domiciliate...

I Carabinieri della Stazione Roma piazza Farnese, con la collaborazione dei militari del Comando Senato della Repubblica, hanno sorpreso tre ladruncole nomadi di 12, 24 e 25 anni, tutte già note alle forze dell'ordine e domiciliate nell'insediamento di via di Salone, mentre si stavano allontanando da un condominio di via del Seminario.

Una di loro stava trascinando un grosso e pesante trolley, motivo per cui i Carabinieri hanno deciso di sottoporle ad un controllo.

Nella valigia, i militari hanno scoperto il kit completo dello scassinatore: nelle tasche laterali, infatti, erano contenute le bombole di idrogeno e ossigeno collegate ad un cannello per fiamma ossidrica, mentre all'interno vi erano numerosi arnesi per lo scasso e monili in oro per un valore di 2.000 euro.

Le nomadi, evidentemente con la complicità di uomini non identificati, erano riuscite a penetrare in un vicino appartamento e, tramite la fiamma ossidrica, a scassinare la porta blindata di una cassaforte al cui interno avevano trafugato i preziosi.

La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario. Per le due maggiorenni, sono scattate le manette ai polsi con l'accusa di furto in appartamento. Sono state trattenute in caserma in attesa del rito direttissimo.

La 12enne, non imputabile poiché minore di anni 14, è stata accompagnata in una casa famiglia.

PIRAMIDE - CARABINIERI ARRESTANO 30ENNE GEORGIANO, RICERCATO, CHE AVEVA ACCOLTELLATO UN UOMO IN STRADA.

Nella tarda serata di ieri, un cittadino georgiano di 30 anni, residente a Roma e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l'accusa di tentato omicidio.

In via Campo Boario, zona Piramide Cestia, il giovane ha ingaggiato, per futili motivi, un'animata discussione con un suo conoscente, un cittadino marocchino di 26 anni.

Dopo le parole, il 30enne è passato alle vie di fatto: ha impugnato un coltello a serramanico che portava con sé e ha colpito più volte all'addome il suo contendente. Subito dopo ha abbandonato il coltello ed è scappato facendosi largo tra alcuni passanti rimasti attoniti, che hanno poi fermato una pattuglia di Carabinieri in transito dall'altra parte della strada. Attivati i soccorsi per la vittima, i militari si sono messi all'inseguimento dell'aggressore, bloccandolo poco lontano mentre tentava di far perdere le proprie tracce. Il coltello utilizzato per l'aggressione è stato recuperato sul posto.

Il ragazzo marocchino, nella Capitale senza fissa dimora, è stato soccorso dal "118" e trasportato al San Camillo dove è stato medicato e dimesso con 10 giorni di prognosi per ferite da taglio al torace e all'addome.

Il cittadino georgiano, inoltre, è risultato gravato da un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d'Appello di Roma il 17 ottobre del 2011 secondo il quale deve scontare la pena di 2 mesi e 10 giorni per violazione della legge sugli stupefacenti. Sconterà la sua pena nel carcere di Regina Coeli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento