Roma, al prenestino 2 pusher di “yaba” arrestati

La scorsa notte, nel corso di un’attività antidroga, i Carabinieri della Stazione Roma Quadraro hanno arrestato due cittadini del Bangladesh, di 36 e 39 anni, domiciliati a Roma, già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione ai fini...

Yaba

La scorsa notte, nel corso di un’attività antidroga, i Carabinieri della Stazione Roma Quadraro hanno arrestato due cittadini del Bangladesh, di 36 e 39 anni, domiciliati a Roma, già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso di un’attività di osservazione, i militari hanno notato la presenza dei due uomini che si aggiravano con fare sospetto, in via Labico, luogo di ritrovo di pusher e assuntori.

Una volta fermati, a seguito della perquisizione personale, i due sono stati trovati in possesso di 2 involucri contenenti 14 pasticche di metanfetamina tipo “Yaba”, e della somma contante di 1780 euro, verosimilmente provento dell’illecita attività. Presso l’abitazione del 36enne i militari, nel corso della perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto altre 5 pasticche di “Yaba” nonché 500 g. di sostanza da taglio del tipo “mannite”, e 500 g. di “amido” di colore blu e vario materiale idoneo al confezionamento della droga.

I due arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento