Roma, al Tuscolano arrestato stalker 23enne

Ieri pomeriggio, la vittima, aggredita in strada dall’ex fidanzato, ha telefonato al 112 (NUE) chiedendo aiuto.

Ieri pomeriggio, la vittima, aggredita in strada dall’ex fidanzato, ha telefonato al 112 (NUE) chiedendo aiuto.

Quando gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Tuscolano, sono arrivati in via Tito Labieno, hanno trovato la giovane donna in lacrime .

Ha così raccontato loro che giunta lì in auto aveva trovato ad attenderla l’ex compagno che, dopo averla insultata, ha iniziato a minacciarla. La donna così è rimasta all’interno dell’autovettura ma il ragazzo con violenza, dopo aver aperto lo sportello, l’ha trascinata fuori spingendola verso il marciapiede.

Alla reazione della donna C.M. romano di 23 anni, l’ha colpita con un calcio allo stomaco lasciandola a terra. Grazie all’intervento di alcuni passanti il giovane ha desistito dalla sua condotta violenta e, dopo aver staccato la targa posteriore dell’auto della donna, è fuggito via.

La vittima ha riferito agli investigatori della gelosia morbosa dell’ex ragazzo e delle continue liti con lo stesso. Da ultimo, il 14 settembre scorso quando l’uomo, l’aveva stretta al collo fin quasi a soffocarla. Da lì la decisione di troncare la relazione.

Da quel momento però l’ex, aveva iniziato a seguirla nei suoi spostamenti minacciandola ogni volta che la incontrava.

Ieri sera, i poliziotti hanno messo fine a tale persecuzione arrestando il ragazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento