Roma, al via il progetto il Pane a chi serve 2.0 nel III municipio

Le ACLI Provinciali di Roma, in collaborazione con il Municipio Roma III, hanno promosso, nella sala consiliare municipale di Piazza Sempione, un evento di sensibilizzazione su "Il pane A Chi Serve",  progetto di recupero sul

Le ACLI Provinciali di Roma, in collaborazione con il Municipio Roma III, hanno promosso, nella sala consiliare municipale di Piazza Sempione, un evento di sensibilizzazione su "Il pane A Chi Serve", progetto di recupero sul

territorio del pane del giorno prima dai fornai e restituzione dello stesso alle associazioni e alle realtà solidali che operano nella lotta alle vecchie e nuove povertà, al servizio dii uomini, donne e famiglie in situazione di fragilità.

L'incontro è stato occasione di reciproca conoscenza fra istituzioni e associazioni che operano nel territorio del Municipio e di rafforzamento dell'impegno che tutte le realtà coinvolte nel progetto stanno portando avanti, nella medesima e gratuita ottica di servizio.

All'incontro erano presenti, il presidente di Municipio Paolo Marchionne e gli assessori Eleonora Di Maggio (Politiche Sociali) e Vittorio Pietrosante (Attività Produttive), la presidente delle Acli di Roma, Lidia Borzì.

“Per noi è molto importante aver presentato il progetto “il pane A Chi Serve” anche nel territorio del Municipio Roma III, uno dei quattro che patrocinano l'iniziativa – afferma Lidia Borzì, presidente delle ACLI di Roma – Ringraziamo tutti i municipi, fondamentali enti di prossimità e le associazioni di categoria che stanno aderendo a questa iniziativa con convinzione, ben oltre un mero Patrocinio di rappresentanza, perché siamo fermamente convinti che questa alleanza sia una modalità innovativa e funzionale per costruire percorsi concreti di sussidiarietà verticale e orizzontale pienamente agita.

“Favorire lo sviluppo – continua Borzì - di una rete virtuosa e di sinergie positive è la strada da seguire per contribuire fattivamente a fornire risposte concrete alle complesse problematicità che emergono quotidianamente in una comunità colpita da una povertà non solo materiale ma anche relazionale, culturale e di valori”.

“E' questa la cornice entro cui si sviluppa il progetto il Pane a Chi Serve 2.0 che ha almeno tre obiettivi – conclude il presidente Borzì -abbattere le eccedenze; contrastare le povertà e costruire legami fiduciari di prossimità nel territorio e a km zero”.

“Il progetto “Il pane A chi Serve” rappresenta uno straordinario arricchimento a quanto il territorio sta già facendo nel recupero delle eccedenze alimentari. Insieme all’Associazione Banco Alimentare Roma Onlus, impegnata nella raccolta sistematica di prodotti a più lunga conservazione, l’impegno delle Acli, sul fronte della raccolta di prodotti deperibili come

il pane, ci porta un passo avanti per gestire la completa copertura delle esigenze del territorio” a dichiarato l'Assessore alle Politiche Sociali, Eleonora Di Maggio. “Aderendo a questo progetto, il nostro Municipio diventa attore principale. Ritengo che la funzione che può e che deve svolgere il Municipio sia quella di attivatore delle energie presenti sul territorio, al fine di creare quella rete fondamentale alla riuscita del progetto. Da parte mia mi farò carico di coinvolgere tutti gli operatori dei forni” ha detto durante il suo intervento l'Assessore alle Attività Produttive Vittorio Pietrosante. “Dobbiamo ringraziare le ACLI di Roma per quanto si riuscirà a realizzare con il progetto “Il pane A Chi Serve”: un fondamentale nodo nella rete di protezione sociale sul territorio del Municipio, che deve far fronte a sempre maggiori richieste. Proprio per questo abbiamo deciso di supportare

l’azione delle ACLI e accoglierla con vivo entusiasmo” ha detto il Presidente Paolo Marchionne nel suo discorso che ha chiuso l'evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento