menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, alla Romanina minacciano i poliziotti con una pistola e scappano

La vicenda nasce da un controllo effettuato la notte precedente da un pattuglia del Commissariato Romanina in via dei Sette Metri. Gli agenti, fermata un’autovettura con due persone a bordo, hanno iniziato i dovuti accertamenti per procedere alla...

La vicenda nasce da un controllo effettuato la notte precedente da un pattuglia del Commissariato Romanina in via dei Sette Metri. Gli agenti, fermata un'autovettura con due persone a bordo, hanno iniziato i dovuti accertamenti per procedere alla loro identificazione.

Proprio mentre erano in corso tali operazioni, una bomboletta contenente uno spray antiaggressione notata nel vano portaoggetti ha fatto insospettire gli agenti, che hanno quindi chiesto l'ausilio di un'altra pattuglia.

Proprio mentre i due stavano scendendo dall'auto per essere controllati, gli agenti hanno notato un passamontagna e dei guanti in lattice cadere in terra e, contemporaneamente, il guidatore scendere improvvisamente impugnando un'arma nella quale ha inserito il colpo in canna.

I poliziotti si sono immediatamente gettati sulla persona armata, ingaggiando con lui una furiosa colluttazione, riuscendo a bloccargli la mano e a far cadere in terra l'arma.

L'uomo, al termine, è riuscito a darsi alla fuga; anche l'altro occupante dell'auto, approfittando del momento concitato, è riuscito a dileguarsi.

Sul posto si sono quindi immediatamente recati gli investigatori della Digos che hanno fatto scattare le indagini.

La pistola, recuperata, è risultata essere provento di furto.

I due, a seguito delle indagini effettuate, sono stati identificati anche se al momento sono risultati essere entrambi irreperibili, in quanto non rintracciati nelle loro rispettive abitazioni.

Le indagini sono però proseguite.

Grazie agli ulteriori elementi acquisiti, gli investigatori sono risaliti ad un esercizio commerciale sito nella zona di S. Basilio, luogo da loro presumibilmente frequentato in passato.

Proprio grazie ai servizi di appostamento effettuati sul posto, nel pomeriggio di ieri uno dei due è stato individuato e bloccato dagli agenti della Digos e del Commissariato S. Basilio.

Condotto in Ufficio, è stato identificato per H.S., tunisino di 30 anni.

Al termine degli accertamenti, il predetto è stato sottoposto a fermo. Dovrà rispondere di tentato omicidio, ricettazione e porto abusivo di arma da fuoco, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Le ulteriori indagini dovranno tentare di stabilire eventuali appoggi e sostegni di cui il fermato ha goduto nel periodo della fuga.

L'altro uomo, riuscito a fuggire, è attivamente ricercato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento