Roma, all’Aurelia quattro nomadi approfittano della collaborazione di una cassiera infedele per fare spese pazze a prezzi ultra scontati

Si erano presentate alla cassa con carrelli colmi di prodotti vari per un valore complessivo di oltre 1.000 euro, ma grazie all’abile intervento della cassiera, loro complice, il conto è stato di gran lunga alleggerito.

Repertorio Controlli antidroga dei Carabinieri e spaccio a Tor Bella Monaca (1)

Si erano presentate alla cassa con carrelli colmi di prodotti vari per un valore complessivo di oltre 1.000 euro, ma grazie all’abile intervento della cassiera, loro complice, il conto è stato di gran lunga alleggerito.

Grazie alla scontistica “fai-da-te”, infatti, lo scontrino annotava una spesa totale di 95,92 euro.

A scoprire il raggiro sono stati gli addetti alla vigilanza interna dell’ipermercato, ove la cassiera - una romana di 47 anni incensurata - era da tempo impiegata senza aver mai destato sospetti sulla sua infedeltà, e hanno immediatamente allertato i Carabinieri della Stazione Roma Bravetta.

I militari, giunti sul posto in pochi minuti, hanno portato in caserma la dipendente e le 4 clienti, tutte nomadi di origini slave, provenienti dall’insediamento di via della Monachina.

La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al direttore dell’ipermercato mentre le cinque “furbette” sono state denunciate a piede libero con l’accusa di tentata truffa in concorso.

Sono in corso ulteriori accertamenti dei Carabinieri finalizzati a verificare altre spese anomale nei giorni in cui la dipendente infedele era in servizio e i motivi che hanno portato la cassiera a collaborare con le nomadi nella tentata truffa.

MAGLIANA – CARABINIERI ARRESTANO “NONNA LADRA”, SPECIALIZZATA IN FURTI SU AUTO IN SOSTA. ERA DIVENTATA L’INCUBO DEL QUARTIERE.

In poche settimane era diventata l’incubo del quartiere Magliana per la serie di furti su auto che aveva messo a segno. Ogni sera ripeteva la stessa scena: prendeva di mira una fila intera di auto parcheggiate e, in pochi minuti, armata di attrezzi da scasso, le apriva tutte, portando via ciò che era custodito all’interno.

Ma ieri sera, i Carabinieri hanno messo fine alle gesta della ladra seriale, una 60enne, abitante di zona, senza occupazione e con precedenti.

Acquisite le numerose segnalazioni di furto, i Carabinieri hanno concentrato i controlli nelle vie interne e quando, transitando in via della Magliana Nuova, hanno notato una sagoma all’interno di una vettura, sono prontamente intervenuti.

A nulla è valso il tentativo di eludere il controllo. I Carabinieri hanno sorpreso la signora distesa sui sedili anteriori dell’auto con la refurtiva e gli arnesi da scasso.

I militari hanno anche accertato che tutta la fila di auto in sosta in quel momento era stata bersaglio della donna, in totale 6 auto che aveva aperto, mediante forzatura della portiera.

L’arrestata è stata portata in caserma e trattenuta in attesa del rito direttissimo. Dovrà difendersi dall’accusa di furto aggravato continuato.

Le indagini dei Carabinieri proseguono al fine di collegare altri episodi analoghi alla “nonna ladra”.

MAXI OPERAZIONE DEI CARABINIERI A TOR BELLA MONACA – SCACCO AGLI AFFARI DELLA DROGA. 7 ARRESTI, 1 DENUNUNCIA E OLTRE MILLE DOSI DI DROGA SEQUESTRATE.

Per tutta la giornata di ieri e fino a notte inoltrata, i Carabinieri Nucleo Investigativo e della Compagnia di Frascati, della Stazione di Tor Bella Monaca, di unità del Nucleo Cinofili Carabinieri di S. Maria di Galeria, con il supporto della C.I.O. dell’8^ Reggimento Lazio hanno passato al setaccio la borgata di Tor Bella Monaca per proseguire l’attività di contrasto allo spaccio di droga che già nei giorni scorsi ha portato all’arresto di numerosi pusher e centinaia di chili di stupefacenti.

L’ultimo bilancio è di sette persone arrestate ed una denunciata, tutte con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostane stupefacenti, e di oltre mille dosi di droga sequestrate, tra cocaina, hashish e marijuana.

Si tratta, nello specifico, di tre romani, sorpresi a vendere dosi di cocaina, di due cittadini nigeriani risultati gravati da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere sempre per spaccio di sostanze stupefacenti e di altri tre italiani sorpresi mentre tentavano di disfarsi di numerose dosi di cocaina e hashish.

In via Giacinto Camassei, i Carabinieri hanno arrestato una 39enne incensurata, subito dopo aver ceduto una dose di cocaina ad un giovane acquirente che è stato, a sua volta, segnalato alla Prefettura. Alla donna sono stati inoltre sequestrati 1.290 euro, ritenuti provento della sua attività illecita.

Nella stessa via, poco prima, era stato “pizzicato” un 48enne con 14 involucri contenenti cocaina ed oltre 300 euro frutto dell’attività di spaccio.

In via dell’Archeologia, i Carabinieri hanno arrestato un 21enne romano, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di sette dosi di cocaina e 855 euro in denaro contante, provento dell’attività illecita.

I militari dell’Arma nel corso dei controlli, hanno rintracciato due cittadini nigeriani di 31 e 34 anni ai quali è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale Ordinario di Roma per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Largo Ferruccio Mengaroni, i Carabinieri hanno arrestato un 21enne e un 24enne romani, il primo trovato a spacciare ha tentato di disfarsi di un involucro con 53 dosi di cocaina, il secondo trovato in possesso di un panetto di hashish.

Nel medesimo contesto anche un altro pusher, 26enne romano, trovato in possesso di 22 g di hashish è stato denunciato a piede libero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Centinaia di altre dosi di droga sono state trovate nascoste dai cani delle unità cinofile nei garage, nelle cantine, nei passamano delle scale, nelle maniglie e intercapedini dei portoni dei palazzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento