Roma, all’eur devasta il locale perche’ il titolare si rifiuta di dargli da bere

Era arrivato in un bar di viale America già notevolmente alticcio e quando il titolare si è rifiutato di somministrargli altri alcolici è andato su tutte le furie, iniziando ad ingiuriarlo e devastando alcuni elementi di arredo tra il panico degli...

Era arrivato in un bar di viale America già notevolmente alticcio e quando il titolare si è rifiutato di somministrargli altri alcolici è andato su tutte le furie, iniziando ad ingiuriarlo e devastando alcuni elementi di arredo tra il panico degli altri avventori.

I Carabinieri della Stazione Roma EUR, avvisati telefonicamente di quanto stava accadendo, sono immediatamente intervenuti bloccando l’esagitato cliente, un cittadino finlandese di 41 anni nella Capitale senza fissa dimora, arrestandolo con le accuse di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Ad avere la peggio sono stati alcuni tavoli del locale che sono andati completamente distrutti dalla “furia alcolica” del 41enne.

L’uomo è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

ROMA – BIRRA E BORSEGGI AL PUB, CARABINIERI ARRESTANO DUE LADRI.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato due cittadini del Gambia di 20 e 21 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora, con le accuse di furto aggravato continuato, resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

I due ragazzi erano in un pub di via Palestro dove, tra una birra e l’altra, adocchiavano le vittime potenziali per poi derubarle approfittando della confusione presente nel locale.

In breve tempo, i ladruncoli erano riusciti a rubare due portafogli e due telefoni cellulari a 4 ignari avventori (una studentessa italiana di 24 anni e tre turisti stranieri).

I loro strani atteggiamenti, loro malgrado, erano stati notati da alcuni dipendenti che hanno allertato il “112”. All’arrivo dei Carabinieri, i due hanno opposto una strenua resistenza al controllo e, una volta pizzicati con la refurtiva, hanno tentato di aggredirli proferendo nei loro confronti frasi oltraggiose.

L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari mentre i cittadini del Ghana sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

SEQUESTRA UNA DONNA PER AVVIARLA ALLA PROSTITUZIONE, SALVA GRAZIE A FACEBOOK. CARABINIERI ARRESTANO L’AGUZZINO.

Convince una connazionale a trasferirsi in Italia, con la promessa di un lavoro sicuro ed onesto, ma poi, una volta in Italia, tenta di costringerla a prostituirsi. La malcapitata, una donna di nazionalità romena, di 24anni, arrivata in Italia la scorsa settimana, tenuta sotto sequestro e vistasi obbligata a ripartire per la Romania con lo sfruttatore, è riuscita a chiedere aiuto alla sorella, tramite il noto social network Facebook.

La donna, che vive in provincia di Reggio Calabria, preoccupata per l’incolumità della sorella, decide di denunciare tutto ai Carabinieri del posto che in poco tempo avvisano i colleghi romani.

Così lo sfruttatore, un 27enne di nazionalità romena, è stato fermato dai Carabinieri della Stazione Aeroporto di Ciampino e dell’Aliquota Sicurezza della Compagnia Aeroporti di Roma, all’interno dello scalo romano, mentre cercava di imbarcarsi su un volo diretto in Romania, in compagnia della vittima che stava obbligando a seguirlo, non è chiaro con quale intento.

Grazie ai messaggi inviati tramite FB ed al rapido scambio di informazioni, i Carabinieri, sono riusciti a rintracciare i due all’interno dell’Aeroporto di Ciampino, mentre stavano effettuando le operazioni di imbarco, riuscendo così a mettere fine all’incubo che la 24enne stava vivendo da una settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’arrestato è stato portato in caserma e successivamente accompagnato presso il carcere di Regina Coeli, dove resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria. Dovrà rispondere di sequestro di persona e sfruttamento alla prostituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento