Roma, arrestati due farmacisti della Comunale Romana e 14 dipendenti indagati

Carabinieri  del NAS: un farmacista agli arresti domiciliari, un altro sospeso dalla professione  e 14 dipendenti indagati per sottrazione di farmaci e denaro dalle farmacie comunali romane della Farmacap

Carabinieri del NAS: un farmacista agli arresti domiciliari, un altro sospeso dalla professione e 14 dipendenti indagati per sottrazione di farmaci e denaro dalle farmacie comunali romane della Farmacap

Nella mattinata odierna, i Carabinieri NAS di Roma hanno eseguito un provvedimento del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma che dispone gli arresti domiciliari nei confronti di un farmacista addetto ad una delle 46 farmacie comunali dell’azienda speciale capitolina Farmacap.

Sono stati, inoltre, notificati un provvedimento di sospensione dall’attività per un’altra farmacista e 14 avvisi di garanzia nei confronti di altrettanti dipendenti dell’azienda pubblica.

I provvedimenti sono stati emessi nell’ambito di una vasta indagine della Procura della Repubblica di Roma che ha portato, tra l’altro, ad accertare gravi e sistematiche condotte di peculato e appropriazione indebita di farmaci, parafarmaci e danaro di cassa da parte di farmacisti ed impiegati presso le farmacie comunali romane.

ROMA – DURO COLPO ALLE PIAZZE DI SPACCIO DEI QUARTIERI SAN BASILIO, REBIBBIA E FIDENE. CARABINIERI ARRESTANO 6 PERSONE. SEQUESTRATE DIVERSE CENTINAIA DI DOSI DI DROGA E 2.600 EURO IN CONTANTI.

In vari blitz antidroga, i Carabinieri della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato 6 persone, tutte italiane, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

In manette quattro cittadini romani, uno della provincia di Siena e uno di Rieti, di età compresa tra i 17 e i 45 anni, molti di loro già noti alle forze dell’ordine. Tra loro c’è chi riforniva di cocaina, hashish e marijuana le piazze di spaccio dei quartieri San Basilio, Rebibbia e Fidene e chi vendeva le dosi al dettaglio.

In particolare, in piazza Gaspare Ambrosini, a San Basilio, i Carabinieri hanno colto in flagranza un 17enne e un 18enne mentre cedevano dosi di cocaina ad un tossicodipendente. Fermati e controllati, i Carabinieri hanno scoperto un doppio vano creato nella scatola dello sterzo della loro autovettura, dove sono state rinvenute altre dosi di stupefacente.

In possesso ai sei malviventi e nelle loro abitazioni, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato diverse centinaia di dosi di droga e circa 2.600 euro in contanti, ritenuto il provento delle loro attività illecite.

Degli arrestati, uno è in carcere a Regina Coeli, due sono agli arresti domiciliari, il minorenne è stato portato nel Centro Accoglienza Minori di via Virginia Agnelli e due trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

OSTIENSE, CARABINIERI METTONO FINE ALL’INCUBO DI UNA DONNA. ARRESTATO L’EX COMPAGNO DOPO L’ENNESIMA VIOLENZA.

Non si era mai rassegnato alla loro separazione avvenuta lo scorso agosto e nemmeno dopo la denuncia formalizzata nei suoi confronti dalla sua ex compagna, assumendo continui comportamenti molesti e persecutori che molte volte sfociavano in vere e proprie aggressioni fisiche nei confronti della donna.

Ieri pomeriggio, dopo l‘ennesimo episodio di violenza, i Carabinieri della Stazione Roma Garbatella hanno messo fine all’incubo della donna, 33enne del Marocco, arrestando il suo aguzzino, un 25enne egiziano, con il quale aveva avuto una relazione sentimentale.

Nel transitare in via delle Conce, i Carabinieri hanno sentito le grida di aiuto della donna e sono intervenuti riuscendo a bloccare l’uomo che la stava colpendo ripetutamente con schiaffi e pugni in strada.

La vittima, soccorsa dai Carabinieri, ha denunciato i continui appostamenti dell’uomo davanti la sua abitazione e davanti al bar dove lavora e i tanti incontri in strada terminati sempre con violenza subita.

Dai racconti della donna, i Carabinieri sono risaliti a numerosi episodi di violenza e di pestaggi precedenti; uno dei quali, quello che aveva portato la donna a chiudere il loro rapporto, risalente ad agosto scorso, con gravi lesioni. Nonostante il referto medico dell’ospedale San Camillo, la donna non denunciò subito il suo ex ma solo dopo un ulteriore pestaggio subito nei giorni seguenti.

L’arrestato è stato portato in carcere a Regina Coeli con l’accusa di atti persecutori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento