menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, arrestato un cittadino turco ricercato per narcotraffico

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno localizzato e sottoposto ad arresto provvisorio ai fini estradizionali (ex artt. 715 e 716 c.p.p.), un cittadino turco, tale C.S. di anni 44, che dal 2012 viveva a Roma.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno localizzato e sottoposto ad arresto provvisorio ai fini estradizionali (ex artt. 715 e 716 c.p.p.), un cittadino turco, tale C.S. di anni 44, che dal 2012 viveva a Roma.

Il predetto era ricercato in campo internazionale in quanto raggiunto da un mandato di cattura, emesso il 25.05.2012, dall'Autorità Giudiziaria turca, poichè responsabile del reato di traffico di sostanze stupefacenti commesso, tra la Turchia e la Germania, dall'anno 2005 e condannato alla pena di anni 15 di reclusione.

Gli esiti delle indagini a seguito delle quali è stato emesso il provvedimento restrittivo nei confronti del catturando turco, hanno evidenziato la sua operatività nel settore del traffico internazionale di ingenti partite di droga; infatti lo stesso è risultato coinvolto nel sequestro di 10 Kg circa di sostanza stupefacente del tipo eroina, trasportati all'interno di un doppiofondo di un'autovettura intercettata dalle FF.PP. a Francoforte (D), nell'anno 2005.

Il cittadino turco si era rifugiato nel litorale romano di Ostia unitamente ai suoi familiari, i quali, da alcuni anni conducevano un'attività di somministrazione di generi alimentari (Kebab).

Al suo arresto si è giunti dopo alcuni servizi di osservazione e pedinamento effettuati proprio nei confronti dei familiari del predetto, che hanno consentito successivamente di individuare il luogo dove si rifugiava il ricercato.

Dopo le formalità di rito l'arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Roma - Regina Coeli a disposizione della Corte di Appello di Roma, in attesa dell'eventuale estradizione in Turchia.

ROMA CON UN SANPIETRINO TENTANO DI ROMPERE LA PORTA DI INGRESSO DI UN RISTORANTE. BLOCCATI DAI CARABINIERI.

La scorsa notte, i Carabinieri della Stazione Roma via Vittorio Veneto e quelli del Comando Carabinieri Camera dei Deputati hanno arrestato un cittadino moldavo, di 20 anni, disoccupato, con l'accusa di tentato furto aggravato e denunciato per lo stesso reato un 17enne, moldavo.

I due giovani stavano tentando di infrangere la porta di ingresso in vetro, di un ristorante di via di Pietra, armati di sanpietrino, quando sono stati notati da un militare in servizio presso la Camera dei Deputati che ha immediatamente chiesto l'intervento di una pattuglia.

Giunti sul posto in pochi minuti, i militari sono riusciti a bloccarli entrambi e a sequestrare il pesante sasso. Dopo l'arresto sono stati accompagnati in caserma e successivamente, il minore affidato ai genitori, il maggiorenne è stato trattenuto in caserma, in attesa di essere condotto presso il Tribunale di Roma per il rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento