Roma, blitz nei luoghi della movida in manette 15 pusher sequestrate centinaia di dosi e 6.600 euro

Ancora un fine settimana di blitz antidroga, quello appena trascorso, per i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma che hanno arrestato 15 pusher scoperti in flagranza mentre spacciavano dosi nelle zone di Termini, Trastevere, Centro, Piazza...

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????-232

Ancora un fine settimana di blitz antidroga, quello appena trascorso, per i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma che hanno arrestato 15 pusher scoperti in flagranza mentre spacciavano dosi nelle zone di Termini, Trastevere, Centro, Piazza Vittorio Emanuele II°, Pigneto, Togliatti, luoghi che vengono maggiormente animati dalla cosiddetta movida della Capitale.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

In manette sono finiti 2 cittadini italiani – entrambi romani - e 13 cittadini stranieri – uno dell’Albania, uno della Tunisia, tre del Senegal, quattro della Nigeria, tre del Gambia e uno dello Sri Lanka – di età compresa tra i 19 e i 58 anni, quasi tutte “vecchie conoscenze” delle forze dell’ordine per i loro trascorsi negli ambienti della droga.

Nel corso dell’operazione, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno sequestrato diverse centinaia di dosi di droga tra cocaina, eroina, shaboo, marijuana e hashish - tutte destinate alla “vendita al dettaglio” in strada - e di circa 6.600 euro, ritenuto profitto dell’attività dei pusher.

Sono stati identificati e segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo anche i numerosi acquirenti sorpresi dai militari mentre contrattavano il prezzo delle sostanze con gli spacciatori finiti in manette.

Solo uno dei 15 arrestati è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, tutti gli altri sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

Saranno chiamati a rispondere all’Autorità Giudiziaria dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento