rotate-mobile
Cronaca

Roma, bloccato uomo mentre recupera un’apparecchiatura per clonare le carte di pagamento ad uno sportello bancomat

 Nel corso di una mirata attività preventiva, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino romeno, di 34 anni, in Italia senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine con l’accusa di intercettazione...

Nel corso di una mirata attività preventiva, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino romeno, di 34 anni, in Italia senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine con l’accusa di intercettazione illecita e installazione di apparecchiature atte ad intercettare le comunicazioni telematiche.

I Carabinieri monitorando gli sportelli bancomat, hanno notato che quello di una banca di via Nazionale era stato manomesso. Erano stati infatti applicati uno skimmer usato per catturare e archiviare i codici contenuti nella banda magnetica delle carte di pagamento e una telecamera per carpire il pin digitato dagli ignari utenti.

I militari hanno quindi attuato un dispositivo di osservazione a distanza fino a quando sono riusciti a bloccare lo straniero mentre stava recuperando l’attrezzatura elettronica che aveva precedentemente applicato.

Dopo l’arresto l’uomo è stato condotto in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo mentre, il materiale rinvenuto è stato sequestrato.

L’attenzione dei Carabinieri verso questo fenomeno criminale, che potrebbe danneggiare chiunque utilizzi uno sportello Bancomat, è molto alta. Con l’arresto di oggi, sale a 15 il numero delle persone arrestate (perlopiù di nazionalità bulgara o romena) dai Carabinieri dall’inizio dell’anno nella Capitale.

PIGNETO – IN POCHE ORE, CARABINIERI ARRESTANO 6 PUSHER.

I Carabinieri della Compagnia piazza Dante che, senza sosta, proseguono l’attività antidroga nel quartiere Pigneto, meta di molti giovani che frequentano la Movida, in poche ore, hanno arrestato 6 spacciatori.

In particolare in piazza del Pigneto sono finiti in manette due cittadini albanesi, una 30enne ed un 27enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine, arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone che li hanno sorpresi dopo aver ceduto 1 g di cocaina ad un acquirente che è stato segnalato. A seguito della perquisizione personale i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato altri 21 g della stessa sostanza e 1200 euro in denaro contante, probabile provento dell’attività illecita.

Poco dopo, sempre in via del Pigneto angolo via Pesaro, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno arrestato un cittadino del Gambia ed uno del Senegal, entrambi 22enni e con precedenti, sorpresi a cedere 1 g di marijuana in cambio di 20 euro ad un acquirente che è stato segnalato al Prefetto. Sequestrati complessivamente 12 g di marijuana e 75 euro in denaro contante.

In via del Pigneto angolo via Ascoli Piceno, gli stessi Carabinieri hanno arrestato un cittadino senegallese di 31 anni, sorpreso a cedere 2 g di hashish in cambio di 10 euro ad un giovane cliente che è stato segnalato. Sequestrati anche 13 g di hashish e 40 euro in denaro contante.

Infine, sempre i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante, in via del Pigneto, hanno arrestato anche un 22enne cittadino del Gambia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia Cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Roma per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti e per violazioni alla misura del divieto di dimora nel comune di Roma. Dopo l’arresto il 22enne è stato associato presso il carcere di Regina Coeli.

Gli altri 5 pusher arrestati invece sono stati accompagnati in caserma, dove sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo per rispondere del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, bloccato uomo mentre recupera un’apparecchiatura per clonare le carte di pagamento ad uno sportello bancomat

FrosinoneToday è in caricamento