Roma, Casilino: In manette 3 spacciatori, 3 ladri d'appartamento, e 1 uomo che picchiava la moglie

Torre Angela, Tor Bella Monaca, Torrenova e Don Bosco: sono queste le zone in cui nelle ultime ore sono stati effettuati 7 arresti da parte degli agenti della Polizia di Stato. 3 gli spacciatori individuati e arrestati in due diverse...

CASILINO DROGA

Torre Angela, Tor Bella Monaca, Torrenova e Don Bosco: sono queste le zone in cui nelle ultime ore sono stati effettuati 7 arresti da parte degli agenti della Polizia di Stato.

3 gli spacciatori individuati e arrestati in due diverse circostanze.

Il primo è un romano di 22 anni, P.C.A., sorpreso cedere alcune dosi di cocaina ad un cliente a Largo Ferruccio Mengaroni; il giovane, cercando di fuggire, ha ingaggiato una colluttazione con i poliziotti venendo però bloccato.

Altri due pusher sono invece stati fermati in via San Biagio Platani; in questa circostanza gli investigatori del Commissariato Casilino – al temine di un’attività d’indagine - sono riusciti ad individuare un appartamento utilizzato come base per lo spaccio per la zona di Tor Bella Monaca. R.M. di 19 anni e C.C. di 50, sono stati trovati in possesso di 145 dosi di cocaina già pronte per la vendita al dettaglio.

E’ stato invece sorpreso dagli agenti del Reparto Volanti un trio di stranieri – un lettone, un bulgaro ed un ceco – mentre stavano tentando di entrare in un’abitazione di via Namusa. I poliziotti li hanno bloccati e trovati in possesso di una forbice, una torcia ed altri attrezzi utilizzati per compier l’effrazione. I tre, di età compresa tra i 30 e i 46 anni, sono stati arrestati e dovranno rispondere del reato di furto in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ultima persona a finire in manette è stato un cittadino rumeno di 32 anni, responsabile di maltrattamenti in famiglia; vittima la moglie che ha riferito agli agenti dei continui atteggiamenti vessatori e violenti del marito nei suoi confronti. L’uomo, spesso in condizioni psico-fisiche alterate a causa dall’abuso di alcol, era tornato a casa colpendo la donna che esasperata ha chiamato il numero di emergenza. A.C.D., queste le iniziali dell’autore dei maltrattamenti, è stato accompagnato negli uffici di Polizia e al temine di verifiche di rito, arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento