Roma, Cento Persone arrestate un ciociaro giro di vite dei carabinieri nel week-end del primo maggio

Giro di vite dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma nel fine settimana appena trascorso. Cento persone arrestate è il bilancio di una massiccia azione di contrasto alla criminalità, attraverso una capillare rete di controlli nelle aree...

Giro di vite dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma nel fine settimana appena trascorso. Cento persone arrestate è il bilancio di una massiccia azione di contrasto alla criminalità, attraverso una capillare rete di controlli nelle aree periferiche così come nel cuore della Città.

Tolleranza zero nei confronti degli spacciatori attivi nei quadranti della Movida con l’impiego anche di pattuglie in abiti civili, soprattutto nelle ore notturne. Nella rete dei Carabinieri sono cadute 76 persone per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta, nello specifico di 44 cittadini stranieri (11 del Gambia, 6 del Marocco, 6 del Senegal, 4 della Guinea, 4 della Tunisia, 3 del Mali, 2 dell’Etiopia, 1 della Tanzania, 1 dell’Algeria, 1 dell’Egitto, 1 del Burkina Faso, 1 della Polonia, 1 dell’Iraq, 1 di Israele e 1 della Romania) e di 32 cittadini italiani provenienti da varie città (16 romani, 4 dalla provincia di Avellino, 3 dalla provincia di Foggia, 2 dalla provincia di Latina, 2 dalla provincia di Napoli, 2 dalla provincia di Caserta, 1 dalla provincia di Lecce, 1 dalla provincia di Potenza e 1 dalla provincia di Frosinone). Migliaia le dosi di hashish, marijuana, cocaina ed eroina che sono state sequestrate.

Delle restanti 24 persone arrestate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, 12 sono borseggiatori, 4 sono persone sorprese a rubare in esercizi commerciali della Capitale, una “pizzicata” mentre stava tentando di rubare oggetti nell’abitacolo di un’auto parcheggiata in strada, 2 sono persone accusate di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, altre 4 sono finite in manette in esecuzione di altrettanti ordini di carcerazione e l’ultima è stato arrestato per violazione delle leggi sull’immigrazione.

Per gli arrestati maggiorenni il week-end del Primo Maggio è finito nelle camere di sicurezza delle varie caserme dell’Arma, in attesa del rito direttissimo o presso le celle di Rebibbia e Regina Coeli mentre per quelli minori nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli.

CARABINIERI ARRESTANO STUPRATORE ROMENO. NEL 2011 VIOLENTO’ UNA RAGAZZA AMERICANA A VILLA BORGHESE

Nella notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino romeno di 35 anni, ricercato da oltre un anno poiché condannato alla pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione per una violenza sessuale compiuta nel 2011 a Roma, ai danni di una turista americana.

L’episodio di violenza, che ebbe una particolare risonanza mediatica, si consumò in una cabina dell’Acea a Villa Borghese.

L’uomo era irreperibile da gennaio dello scorso anno, allorquando volontariamente si era sottratto all’esecuzione del decreto penale di condanna.

Stanotte, i Carabinieri, impegnati in un servizio preventivo di controllo del territorio, lo hanno rintracciato sul G.R.A. mentre viaggiava, senza documenti, a bordo di un’auto; dopo alcune verifiche sono riusciti a stabilire la sua esatta identità, assicurandolo alla giustizia. L’uomo è stato tradotto presso il carcere di Regina Coeli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento