rotate-mobile
Cronaca

Roma, centro storico controlli ai B&B. Proposta la chiusura per 4 strutture non in regola

Nella giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno effettuato una serie di controlli, mirati a contrastare il fenomeno dell’ ”abusivismo” nel settore turistico-ricettivo.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno effettuato una serie di controlli, mirati a contrastare il fenomeno dell’ ”abusivismo” nel settore turistico-ricettivo.

I controlli, d’intesa con Federalberghi Roma, hanno lo scopo di scoprire le strutture che esercitano un’attività turistico-ricettiva in forma illegale in quanto totalmente abusive, vale a dire prive di idoneo titolo all’esercizio dell’attività, o parzialmente abusive, in quanto operanti sul mercato con numeri di posti letto superiori a quanto disposto dal titolo abilitativo.

Nello specifico, nel cuore del centro storico, i Carabinieri della Stazione Roma S. Lorenzo in Lucina, hanno denunciato in stato di libertà il titolare di un B&B, un 23 enne romano, per avere omesso la registrazione degli ospiti che alloggiavano nella sua struttura, da comunicare poi all’autorità di PS. Lo stesso titolare è stato sanzionato per assenza dell’autorizzazione o SCIA e mancata esposizione dei prezzi delle camere.

Nel corso dei controlli, i Carabinieri hanno contestato sanzioni amministrative per un totale di 22.540 Euro:

- la titolare di un’attività di affittacamere è stata sanzionata per aver ampliato la capacità ricettiva della struttura, aggiungendo sei posti letto senza avere richiesto l’autorizzazione e per non aver esposto i prezzi delle camere;

- un altro titolare di un B&B è stato sanzionato per aver ampliato la capacità ricettiva facendola rientrare nella classificazione di “affittacamere”; per non aver esposto il cartello del percorso antincendio; per non aver comunicato telematicamente gli arrivi dei clienti e per non avere a disposizione dei clienti un telefono per le chiamate di emergenza;

- un altro titolare di un affittacamere è stato sanzionato dai militari per non aver registrato gli arrivi degli ospiti e per non avere installato un telefono per le chiamate di emergenza;

- il titolare di un altro B&B è stato sanzionato perché sprovvisto delle necessarie autorizzazioni per l’inizio dell’attività e per non aver esposto i prezzi delle camere;

- infine il titolare di un ulteriore B&B è stato sanzionato per aver ampliato la capacità ricettiva della struttura, facendola rientrare nella classificazione di “affittacamere” e per non aver esposto le autorizzazioni necessarie.

Per quattro dei B&B non trovati in regola, i Carabinieri hanno richiesto il provvedimento di chiusura dell’attività al competente ufficio comunale.

Altri quattro affittacamere, un B&B ed un appartamento per la locazione turistica transitoria, controllati dai Carabinieri sono stati trovati in regola con le autorizzazioni ed i locali sono risultati conformi alle prescrizioni di legge.

OSTIA - COLTIVAVANO MARIJUANA IN CASA. CARABINIERI ARRESTANO DUE PUSHER DI VITINIA

Nella scorsa mattinata, in seguito ad una attività d’indagine, i Carabinieri della Stazione di Vitinia hanno arrestato un 41enne nativo di Priverno (LT) e di un 39enne nativo di Napoli, entrambi residenti in un appartamento del centro, per coltivazione di sostanze stupefacenti.

Insospettiti dei movimenti dei due uomini, avendoli notati in compagnia di alcuni giovani della zona, notoriamente assuntori di droghe, all’alba di ieri, i Carabinieri hanno irrotto nell’abitazione dei due amici, rinvenendo al suo interno una vera e propria piantagione di marijuana.

Oltre al fogliame, del peso complessivo di oltre 1,5 kg., nell’appartamento è stato rinvenuto tutto l’occorrente alla coltivazione dell’illecita sostanza.

I due uomini, sino a ieri insospettabili incensurati e professionisti, sono stati condotti al Tribunale di Roma per il rito direttissimo di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, centro storico controlli ai B&B. Proposta la chiusura per 4 strutture non in regola

FrosinoneToday è in caricamento