Roma, consegnati i premi Argil Comunicazione Europea a Frans Timmermans, al Gen. Tullio del Sette e al nostro Daniele Flavi

di Giancarlo Flavi Nella bella cornice di Spazio Europa, di Via 4 Novembre a Roma, sono stati consegnati  i Premi Argil (uomo Europeo) 7^ edizione,  per la comunicazione Europea  alla presenza della direttrice Beatrice Covassi  che ha...

 

di Giancarlo Flavi

Nella bella cornice di Spazio Europa, di Via 4 Novembre a Roma, sono stati consegnati i Premi Argil (uomo Europeo) 7^ edizione, per la comunicazione Europea alla presenza della direttrice Beatrice Covassi che ha francamente riconosciuto il momento poco felice che sta vivendo l’Europa.

Il tutto è iniziato con il video di Frans Timmermans (primo vicepresidente della Commissione europea e Commissario europeo per “legiferare meglio, le relazioni interistituzionali, lo stato di diritto e la carta dei diritti fondamentali – per la sezione “Comunicare l’Europa – Franz Hermann Brüner”) ed il suo Premio è stato ritirato proprio dalla dottoressa Covassi che ha parlato dei valori europei che non debbono venire meno nell’interesse delle comunità, insieme a Gino Falleri, Alessandro Butticè, Fabio Morabito, coordinati da Carlo Felice Corsetti.

Parole di elogio al Premio sono state rivolte anche dal Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri: Premio Argil 2016 al Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, per aver saputo coniugare tradizione, lungimiranza e visione innovativa dei rapporti internazionali, sostenendo e sviluppando, in ogni circostanza, l’impegno dell’Arma dei Carabinieri nei progetti di cooperazione internazionale, nell’addestramento delle Forze di polizia di Paesi esteri e nello sviluppo della dottrina NATO sulla Polizia di Stabilità. Dopo aver concluso, nel 2015, accordi di cooperazione con la polizia ugandese e con la polizia federale somala in materia di formazione e assistenza, nel 2016 ha finalizzato altre intese con Qatar, Emirati Arabi Uniti, Gibuti e Moldavia e ha avviato la negoziazione di ulteriori accordi. Nell’anno in corso, durante la presidenza italiana di Eurogendfor - Forza di gendarmeria europea (EGF) - ha saputo svolgere un ruolo chiave nel consolidamento dei rapporti di collaborazione tra gli Stati aderenti all’Organizzazione, distinguendosi per concretezza delle iniziative, fine e attenta visione degli obiettivi internazionali, riconosciuta autorevolezza e pieno conseguimento degli obiettivi, quali l’incremento delle attività di cooperazione con le maggiori organizzazioni internazionali, l’aumento della visibilità di EGF - anche aprendo la struttura ai media - e l’avvio di numerose iniziative operative. È stato particolarmente significativo il suo rinnovato sostegno all’attività svolta dal Centro di Eccellenza per la Stability Police Units (COESPU) che garantisce oggi corsi per operazioni di polizia in teatri di crisi e che ha finora formato oltre 9000 tra Ufficiali, Funzionari e Sottufficiali di Forze di polizia provenienti da oltre 98 Paesi e Funzionari di 17 Organizzazioni Internazionali.Inoltre, nel quadro dell’Accordo concluso dall’Italia con l’UNESCO nel febbraio 2016 per la nascita dei caschi blu della cultura ha previsto la costituzione della Task Force Carabinieri “United4Heritage”, nell’ambito del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

Gli altri premi sono stati consegnati ad Enzo Iacopino, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti – per la sezione “Carriera”; Franco Venturini, Corriere della Sera – per la sezione “Esteri”; Carlotta Sami, UNHCR-United Nations High Commissioner for Refugees - per la sezione “Valori & umanità”; Andrea Pucci, Mediaset – per la sezione “Giornalismo Televisivo”;Roberto Giacobbo, RAI – per la sezione “Giornalismo Scientifico”; Nicoletta Giorgetti, giornalistitalia.it, per la sezione “Web”; Adelaide Pierucci, Il Messaggero – per la sezione “Cronaca”; Federico Ciacchella, Aero Club d’Italia – per la sezione “Addetto Stampa” ; Paolo Assogna, SKY – per la sezione “Sport”; Manuela Biancospino, presentatrice – per il “Made in Italy”; e al nostro inventore-direttore Daniele Flavi con la seguente motivazione: “Non ha ancora quarant'anni, ma è già un giornalista a cavallo dei due secoli, formatosi sulla carta, per approdare con decisione e innovazione nell'informazione sul web. Il tratto d'unione è l'informazione locale, dimensione vissuta nelle province di Roma e Frosinone, dove Daniele Flavi è nato, a Paliano. Le sue creature sono due portali, www.eccolanotiziaquotidiana.it, diventato presto la bussola per chi vuole conoscere cosa succede in prossimità del Sud di Roma, e www.lanotiziah24.com con il quale da due anni ha allargato l'area sotto la lente di un giornalismo attento, puntuale, concorrenziale con le realtà consolidate dell'informazione locale. Un impegno che non si esaurisce nel sito, che interagisce con i social network, e ha conquistato pubblico e attenzione tra i nostri connazionali all'estero, moltiplicando l'opportunità e l'efficacia delle notizie in rete”.

La Giuria della settima edizione era composta da: Gino Falleri (presidente dell’Eapo&ic e del Gus, Vice Presidente Ordine Giornalisti del Lazio); Carlo Felice Corsetti (vicepresidente vicario Eapo&IC, consigliere Gus romano e consigliere nazionale Ordine dei giornalisti); Roberto Rossi (segretario generale Eapo&ic); Giorgio Bartolomucci (direttore di testate); Romano Bartoloni (segretario sindacato Cronisti romani); Alessandro Butticè (Head of Unit ‘Human Resouces’, DG Internal Market, Industry, Entrepreneurship and SMEs, European Commission, Brussels, vicepresidente Eapo&ic); Romano Dalla Chiesa (imprenditore); Fabio Morabito (presidente sindacato Cronisti romani); Lucio Battistotti (Adviser, European Commission, Dg Empl, Brussels).

L’iniziativa è promossa dall’EAPO&IC (European Association of the Press Office and Institutional Communication, con sede a Roma e Bruxelles), dal GUS (Gruppo Giornalisti Uffici Stampa), dall’UGEF (Unione Giornalisti Europei per il Federalismo secondo Altiero Spinelli) e dall’ANGPI (Associazione Nazionale Giornalisti Pubblicisti Italiani), nonché dal Sindacato Cronisti Romani, con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e di altri tra gli sponsor Traslochi De Vellis.

La giornata del premio Argil si è conclusa nello spettacolare ristorante “Zodiaco” di Montemario allietata dal Maestro Massimo Cappello al Piano e da Ana Lushi soprano alla voce

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento