Cronaca

Roma, controlli al Pigneto, San Lorenzo e Trastevere. Sette arresti nella notte della movida

Non si ferma l’attività di controllo dei Carabinieri di Roma. A Montespaccato,  due 18enni sorpresi  mentre tentano di rubare uno scooter in sosta..Altri 10 “manolesta”  “fermati”dai carabinieri in poche ore; A Campo di Mare – rubano in alcune...

Non si ferma l'attività di controllo dei Carabinieri di Roma. A Montespaccato, due 18enni sorpresi mentre tentano di rubare uno scooter in sosta..Altri 10 "manolesta" "fermati"dai carabinieri in poche ore; A Campo di Mare - rubano in alcune abitazioni ed incendiando i locali. arrestati dai carabinieri.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma proseguono nei controlli antidroga nelle zone della movida. Pigneto, San Lorenzo sono stati i quartieri più sorvegliati, ma non sono mancati servizi di prevenzione anche nelle zone di Trastevere, Testaccio, Ponte Milvio, Ostiense e in altri quadranti della Capitale dove si addensano locali notturni e luoghi di aggregazione. Il bilancio dell'operazione è di 8 persone arrestate con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno arrestato un cittadino del Senegal di 34 anni, sorpreso in piazza del Pigneto mentre stava cedendo delle dosi di marijuana in cambio di 20 euro ad un acquirente, che è stato segnalato. Rinvenute e sequestrate nella disponibilità del pusher dosi di stupefacente per 55 grammi. Sempre in piazza del Pigneto, poco dopo, i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana, hanno arrestato un altro cittadino del Senegal, di 35 anni, trovato in possesso di 35 grammi di marijuana. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante, invece, sono entrati in azione nel quartiere San Lorenzo dove hanno "pizzicato" due cittadini algerini di 18 anni e 26 anni, entrambi senza fissa dimora e con precedenti, mentre, in via dei Volsci, stavano vendendo dosi di marijuana ad alcuni ragazzi, poi segnalati. A Ponte Sisto, invece, i Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato hanno bloccato un pusher marocchino di 35 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, subito dopo aver venduto delle dosi di marijuana ad un passante. In via Manin, all'Esquilino, in due distinti episodi, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un cittadino tunisino di 27 anni ed uno del Gambia di 22 anni, entrambi sorpresi a cedere una dose di marijuana, in cambio di 10 euro a due giovani acquirenti.

I Carabinieri della Stazione Roma Aventino, infine, hanno arrestato un cittadino del Gambia di 20 anni, nella Capitale senza fissa dimora, sorpreso in piazza Santa Maria Maggiore mentre stava ricevendo del denaro da un giovane a fronte della cessione di alcune dosi di marijuana.

Nel corso del servizio sono state sequestrate numerosi dosi di stupefacente e circa mille euro in denaro contante trovati nelle disponibilità dei pusher, quale provento della loro attività illecita. Quindici sono invece gli acquirenti identificati, nei loro confronti è stata redatta la segnalazione all'Ufficio Territoriale del Governo che li indica come assuntori di droghe.

MONTESPACCATO - DUE 18ENNI SORPRESI ED ARRESTATI DAI CARABINIERI MENTRE TENTANO DI RUBARE UNO SCOOTER IN SOSTA.

Due giovani romani, entrambi 18enni, sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato, con l'accusa di tentato furto aggravato. I due, questa notte, sono stati sorpresi da una pattuglia dei militari dell'Arma, in via Mattia Battistini angolo via Lucio II, mentre stavano tentando di forzare il blocchetto d'accensione di uno scooter parcheggiato in strada, nel tentativo di rubarlo. Immediatamente bloccati ed arrestati dai Carabinieri, i due sono stati poi accompagnati in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Sul posto rinvenuti e sequestrati dai Carabinieri anche una tronchese ed un cacciavite utilizzati dai ladri.

ROMA - ALTRI 10 "MANOLESTA" ARRESTATI DAI CARABINIERI IN POCHE ORE.

Dopo i 10 borseggiatori arrestati durante il fine settimana scorso, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nella sola giornata di ieri, ne hanno "pizzicati" altri 10, sorpresi a bordo dei mezzi pubblici della Capitale.

Il primo a finire in manette è stato un cittadino algerino di 52 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale all'interno della fermata della metropolitana "Piazza Bologna" subito dopo aver derubato del portafogli un turista straniero.

Altri due manolesta, un cittadino russo di 44 anni ed uno georgiano di 34, sono stati "pizzicati" dai Carabinieri del Comando Roma Piazza Venezia, a bordo del bus 40, nei pressi della fermata di piazza Venezia, dopo aver alleggerito dello smartphone una 25enne romana. Poco dopo, i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto, all'interno della stazione metropolitana "Barberini", hanno bloccato due cittadini albanesi, rispettivamente di 28 e 47 anni che avevano appena derubato una turista coreana del portafogli con 400 euro. Sempre a bordo del bus 40, questa volta all'altezza della fermata largo Argentina, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno arrestato tre cittadini romeni, due uomini di 42 e 44 anni, ed una donna di 34 anni, tutti con precedenti. I tre hanno sfilato il portafogli con 100 euro dalla borsa di una turista straniera. In piazza di Spagna, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino francese di 42 anni che ha sfilato il poretafogli dalla borsa di una turista egiziana.

L'ultimo a finire in manette è stato un cittadino romeno di 25 anni, nella Capitale senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, all'interno della fermata metro "Termini", ha aperto lo zaino di un turista cinese tentando di rubarne il contenuto. Provvidenziale è stato l'intervento di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione Roma Trastevere che ha visto la scena da lontano ed è immediatamente intervenuta bloccando il ladro.

In tutti i casi la refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari. I ladri sono stati trattenuti nelle varie caserme dell'Arma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

CAMPO DI MARE - RUBANO IN ALCUNE ABITAZIONI ED INCENDIANDO I LOCALI. ARRESTATI DAI CARABINIERI.

CERVETERI - località Campo di Mare (RM) - Nel corso della notte i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato T.B. 30enne di Ladispoli e P.E. 27enne di Cerveteri, poiché responsabili dei reati di furto aggravato ed incendio doloso.

In particolare i Carabinieri della Stazione di Campo di Mare e della Compagnia di Intervento Operativo del 6° Battaglione Toscana, dislocati in rinforzo in Cerveteri, nel corso della notte sono intervenuti presso alcune abitazioni siti in quel viale Adriatico, dove era stato perpetrato furto con successivo incendio degli interi immobili.

Acquisite sommarie informazioni da alcuni testimoni, che avevano visto allontanarsi dalla zona un Renault Kangoo di colore bianco, allertata la Centrale Operativa della Compagnia CC Civitavecchia, che ha fatto convergere in zona varie pattuglie, scattate le ricerche, il veicolo è stato poco dopo rintracciato per le vie della località Campo di Mare con a bordo i due malviventi e parte della refurtiva asportata dalle private abitazioni.

Le serrate indagini condotte immediatamente dopo il rinvenimento della refurtiva ed in particolare di una tanica di catrame liquido, asportata da un capanno incendiato in Campo di Mare, via Glicini, nella stessa notte, hanno consentito altresì di ricostruire a carico dei due, oggettivi elementi di reità anche in ordine al tentato incendio di una roulotte posteggiata in un fondo agricolo, abitata da un cittadino indiano, scampato al rogo ed al danneggiamento di due autovetture, posteggiate sulla via Fontana Morella, imbrattate con il liquido corrosivo.

Gli arrestati, responsabili dei reati di furto aggravato e incendio doloso, sono stati successivamente ristretti presso la Casa Circondariale di Civitavecchia a disposizione della Autorità Giudiziaria

MAGLIANA - SORPRESI DAI CARABINIERI MENTRE CARICANO IN AUTO 250 KG DI RAME RUBATO ARRESTATI 2 CITTADINI ROMENI.

I Carabinieri della Stazione Roma Torrino Nord hanno arrestato due cittadini romeni, di 25 e 29 anni, disoccupati e già conosciuti alle forze dell'ordine con l'accusa di ricettazione in concorso. I miliari, ieri sera, in via della Magliana, hanno notato i due stranieri mentre caricavano delle matasse in rame a bordo della loro auto. Alla vista dei Carabinieri immediatamente i due hanno tentato la fuga ma sono stati subito bloccati ed arrestati, a seguito della perquisizione a bordo della loro Bmw sono stati rinvenuti circa 250 chili di rame rubato. I successivi accertamenti dei militari dell'Arma hanno permesso di appurare che il rame era stato rubato dalla linea metropolitana sul tratto "Eur - Magliana". L'auto su cui viaggiavano i due è stata sequestrata ed affidata ad un deposito giudiziario mentre il rame recuperato è stato riconsegnato al legittimo proprietario. I due predoni d'oro rosso dopo l'arresto sono stati associati al carcere di Regina Coeli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, controlli al Pigneto, San Lorenzo e Trastevere. Sette arresti nella notte della movida

FrosinoneToday è in caricamento