menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Borseggio

Borseggio

Roma, controlli antiborseggio in centro in poche ore 12 borseggiatori arrestati

Nell’ambito dei quotidiani servizi antiborseggio, nelle ultime 24 ore, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato 12 borseggiatori a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi di maggiore presenza di turisti nella Capitale.

Nell'ambito dei quotidiani servizi antiborseggio, nelle ultime 24 ore, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato 12 borseggiatori a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi di maggiore presenza di turisti nella Capitale.

I primi due arresti sono stati eseguiti dai Carabinieri della Stazione Roma Nomentana, ieri pomeriggio, uno all'interno della metropolitana San Giovanni, l'altro nei pressi della fermata della metro di Termini. I militari a San Giovanni hanno arrestato un 30enne, romeno, con diversi precedenti specifici, domiciliato presso il campo nomadi di via Collatina. L'uomo assieme ad un complice, dileguatosi poco prima dell'intervento dei militari, è stato sorpreso mentre stava tentando di asportare la borsa ad una turista straniera. A Termini i militari hanno arrestato un 39enne, romeno, sorpreso dai militari mentre tentava di asportare il borsello dalla borsa di una turista.

Poco più tardi, nei pressi della fermata della metro Termini, i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno arrestato 3 borseggiatrici, di 24, 30 e 37 anni, bosniache, tutte con precedenti specifici e provenienti dal campo nomadi di Castel Romano, subito dopo aver rubato il portafogli ad un turista statunitense. Dopo l'arresto i militari hanno recuperato la refurtiva e l'hanno riconsegnata alla vittima che ha così potuto proseguito la sua visita a Roma.

A pochi passi dalla fontana di Trevi, in via delle Muratte, all'interno di una famosa catena di ristorazione, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due cittadini algerini, di 34 e 43 anni, senza fissa dimora e già noti alle forze dell'ordine, sorpresi dopo aver rubato la borsa ad una turista dell'India. La refurtiva è stata restituita alla vittima.

In piazza Pio XII, a due passi dal colonnato di piazza San Pietro, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno sorpreso 3 nomadi, di 19, 24 e 28 anni, domiciliate al campo nomadi di Massimina, già note alle forze dell'ordine, sorprese a rubare il portafogli ad una turista cinese. Anche in questo caso la refurtiva è stata riconsegnata alla vittima.

Infine ieri sera poco dopo le 18.00, nei pressi di piazza della Repubblica, i Carabinieri del nucleo operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato altri due giovani, un italiano di 24 anni, ed un marocchino di 25, incensurati, sorpresi a rubare lo zaino ad una turista cinese di 30 anni. I miliari anche in questo caso sono riusciti a recuperare la refurtiva e a restituirla alla vittima.

I borseggiatori dopo l'arresto sono stati tutti trattenuti in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

PIGNETO - CARABINIERI CONTROLLANO ESERCIZI COMMERCIALI. TITOLARE DI UNA PIZZERIA DENUNCIATO PER FAVOREGGIAMENTO DELL'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. ELEVATE SANZIONI AMMINISTRATIVE E SOSPESA L'ATTIVITA' DI UN RISTORANTE.

I Carabinieri delle Stazioni Roma Piazza Dante e Roma Casalbertone hanno eseguito una serie di controlli alle attività commerciali nelle rispettive zone di competenza, con la competenza in materia dei Carabinieri del NAS di Roma e del Nucleo Ispettorato del Lavoro.

Il titolare di una pizzeria di piazza Santa Maria Consolatrice, un uomo di 36 anni, è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina in quanto, al momento del controllo, i Carabinieri hanno sorpreso nel suo locale tre lavoratori stranieri "in nero", uno dei quali è risultato essere irregolare sul territorio nazionale.

Oltre alla denuncia, nei suoi confronti è stata elevata anche una sanzione amministrativa pari a 16.500 euro per la violazione delle norme per il contrasto del lavoro irregolare, per il mancato aggiornamento delle autorizzazioni amministrative e per la violazione delle norme sulla tracciabilità degli alimenti. I Carabinieri hanno proposto il provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale e sequestrato 60 Kg di carne non tracciata.

Al Pigneto, invece, i Carabinieri hanno sanzionato il titolare di una trattoria della zona per un importo complessivo di 5.000 euro a causa delle scarse condizioni igieniche riscontrate nel locale e per aver assunto un lavoratore "in nero".

SAN BASILIO - CARABINIERI ARRESTANO 3 PERSONE PER RISSA.

Ieri sera, i Carabinieri della Stazione Roma San Basilio hanno arrestato tre persone, due romani di 23 e 35 anni e un cittadino marocchino di 35, con l'accusa di rissa aggravata, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

Verso le 18, in via Recanati, i tre sono stati notati da alcuni cittadini picchiarsi violentemente e colpirsi ripetutamente con calci e pugni. I militari sono intervenuti su segnalazione dei cittadini al 112 e una volta riportata la calma li hanno arrestati. Uno dei militari intervenuti è stato ferito alla mano in maniera non grave dal 23enne che tentava di sottrarsi all'identificazione.

Dopo l'arresto, i due romani sono stati accompagnati agli arresti domiciliari mentre lo straniero, senza fissa dimora, è stato trattenuto in caserma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento