Roma, controlli antidroga nei quartieri universitari, in manette altri 15 pusher in meno di 24 ore.

Proseguono senza sosta i controlli antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma in zona Piazza Bologna, Stazione Tiburtina, San Lorenzo, Trastevere e piazza dei Cinquecento, in particolare nelle zone maggiormente frequentate ed...

Proseguono senza sosta i controlli antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma in zona Piazza Bologna, Stazione Tiburtina, San Lorenzo, Trastevere e piazza dei Cinquecento, in particolare nelle zone maggiormente frequentate ed abitate da studenti universitari. Dopo i ventiquattro arresti e le migliaia di dosi di droga sequestrate nei giorni scorsi, nelle ultime ore altri 15 pusher sono finiti nella rete dei Carabinieri.

Dei 15 arrestati – sette sono cittadini romani e otto stranieri, un cittadino albanese, uno filippino, due dell’Iraq, uno del Gambia, uno della Libia e due del Marocco – di età compresa tra i 18 e i 47 anni, molti di loro erano già noti alle forze dell’ordine per trascorsi negli ambienti della droga.

L’attività dei Carabinieri ha permesso di cogliere in flagranza di reato i pusher, di identificare numerosi acquirenti, segnalati alla Prefettura quali assuntori di droghe e di sequestrare 2 kg di sostanze stupefacenti, tra cocaina, marijuana e hashish, in parte già divisi in dose, pronte alla vendita.

Eseguite anche perquisizioni a casa dei fermati, dove sono stati recuperati bilancini di precisione, materiale per il taglio e confezionamento della droga e oltre 4.000 euro, provento dello spaccio.

Tutti gli arrestati sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo, dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A DISTANZA DI SOLI 7 GIORNI I CARABINIERI ARRESTANO ALTRI CLONATORI DI BANCOMAT STRANIERI. RINVENUTA E SEQUESTRATA L’ATTREZZATURA DA UNO SPORTELLO.

Appena una settimana fa l’arresto di due italiani per clonazione di bancomat e ieri, nel corso di una mirata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina ne hanno arrestatati altri 2. Sono cittadini bulgari, di 31 e 32 anni, disoccupati e senza fissa dimora, con precedenti, che avevano applicato alcuni dispositivi elettronici su di uno sportello bancomat in largo di Torre Argentina, per clonare i bancomat e le carte di credito degli ignari utenti.

Sullo sportello bancomat i due avevano applicato uno skimmer, usato per catturare e archiviare i codici contenuti nella banda magnetica delle carte di pagamento e una telecamera per carpire il pin digitato sulla tastiera.

I Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, ormai specializzati nel contrasto a questo tipo di reato, hanno effettuato un servizio di osservazione a distanza fino a quando, in tarda serata sono riusciti a individuare i due stranieri che si erano avvicinati con fare sospetto per ritirare le apparecchiature posizionate precedentemente. A seguito della perquisizione personale i militari hanno rinvenuto due carte di credito clonate e 2500 € in contanti che sono stati sequestrati.

Una volta ammanettati sono stati accompagnati in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo, mentre la sofisticata attrezzatura è stata sequestrata.

TOR DE’ SCHIAVI – TENTA DI RUBARE UN’AUTO MA VIENE SCOPERTO DAL PROPRIETARIO CHE LO RINCORRE INSIEME AD ALCUNI PASSANTI. IL LADRO SCAPPA E TENTA DI RIFUGIARSI NELLA CHIESA DEL SS. SACRAMENTO. ARRESTATO DAI CARABINIERI.

E’ stata una nottata a dir poco turbolenta, quella appena trascorsa, per gli abitanti di Largo Agosta, zona Tor dé Schiavi, dove un cittadino romeno di 28 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, dopo aver forzato le serrature di un’auto parcheggiata in strada ed essere riuscito ad avviarne il motore, “sul più bello” è stato scoperto dal proprietario.

Ne è nata una rocambolesca fuga, con la vittima che si è messo alle calcagna del 28enne urlando e tentando di attirare l’attenzione di altre persone che si trovavano nel vicino vialone, i quali non hanno esitato a mettersi, a loro volta, all’inseguimento del ”topo d’auto” allertando contestualmente il “112”.

All’arrivo delle pattuglie dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina, il cittadino romeno è stato bloccato dai militari mentre stava tentando di scavalcare la recinzione della parrocchia del SS. Sacramento, dove si stava dirigendo nel tentativo di scampare all’arresto e di sottrarsi alle rappresaglie degli inseguitori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trattenuto in caserma, il ladro, questa mattina, comparirà in aula nel giudizio direttissimo disposto nei suoi confronti, durante il quale dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria del reato di furto su autovettura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento