Roma, fa la spesa in pescheria con carta clonata. Arrestato

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino romeno di 31 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di possesso ingiustificato ed utilizzo fraudolento di carta di credito.

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino romeno di 31 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di possesso ingiustificato ed utilizzo fraudolento di carta di credito.

Allertati dall’ufficio antifrodi, che segnalava alcuni utilizzi fraudolenti di carte di credito clonate presso una pescheria di via della Rustica, i Carabinieri hanno organizzato un servizio di osservazione a distanza e dopo alcune ore hanno sorpreso il 31enne mentre pagava dei prodotti ittici per un valore complessivo di oltre 1000 euro, pagandoli con una carta di credito clonata.

L’uomo è stato subito bloccato dai militari che a seguito della perquisizione personale lo hanno trovato in possesso di altre tre carte di credito clonate che sono state sequestrate.

Dopo l’arresto il 31enne è stato accompagnato in caserma, dov’è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di essere sottoposto al giudizio direttissimo presso il Tribunale di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Colleferro, passata l’euforia per Amazon e Leroy Merlin, arrivano i licenziamenti ed i dubbi sulla sostenibilità ambientale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento