rotate-mobile
Cronaca

Roma, fece esplodere Bar per incassare assicurazione: manette per il proprietario

La polizia ha arrestato un 39 enne originario di Napoli accusato di aver fatto esplodere il proprio bar per incassarne poi l'assicurazione. L'uomo dovrà rispondere alle accuse di incendio doloso, di fraudolento danneggiamento di beni e lesioni...

La polizia ha arrestato un 39 enne originario di Napoli accusato di aver fatto esplodere il proprio bar per incassarne poi l'assicurazione. L'uomo dovrà rispondere alle accuse di incendio doloso, di fraudolento danneggiamento di beni e lesioni personali.

I fatti fanno riferimento a quanto accaduto il 27 luglio del 2014, all'interno di un esercizio commerciale di via Tuscolana, zona Numidio Quadrato. La deflagrazione, che causò il ferimento di 3 persone e la morte di un cane, fu così violenta da causare il crollo di un appartamento situato sopra il locale e di proprietà del 39 enne. Secondo gli investigatori, l'uomo fin da subito cercò a suo tempo di deviare le indagini, simulando il furto dei video-poker all'interno del bar.

Il tentativo di frode, sempre secondo le informazioni raccolte da chi si è occupato del caso, sarebbe servita in realtà per riscuotere i soldi dell?assicurazione e saldare i propri debiti. Inoltre, l'uomo, sotto sfratto, deve dei soldi all'Acea: tra gli altri reati contestati c?è infatti un tentativo di corruzione: il 39 enne avrebbe offerto del denaro a un dipendente Acea per cancellare la sua pratica.

A.D

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, fece esplodere Bar per incassare assicurazione: manette per il proprietario

FrosinoneToday è in caricamento