menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, fermati gli autori dell’omicidio di Mario Pegoretti avvenuto alla Pineta Sacchetti

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno fermato due giovani cittadini romeni, individuati quali autori dell’omicidio di Mario Pegoretti, trovato cadavere nel parco di via della Pineta Sacchetti, la mattina di domenica 26 aprile scorso.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno fermato due giovani cittadini romeni, individuati quali autori dell'omicidio di Mario Pegoretti, trovato cadavere nel parco di via della Pineta Sacchetti, la mattina di domenica 26 aprile scorso.

I due giovani sono stati rintracciati nella notte al termine di serrate indagini eseguite dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di via in Selci, che hanno consentito di accertare che il grave fatto di sangue è stato commesso nel corso di una rapina attuata dai due stranieri ai danni del Pegoretti, il quale aveva tentato di difendersi e, per questo, veniva selvaggiamente malmenato e ucciso con dei colpi inferti al volto con una pietra di grosse dimensioni.

I due giovani sono ora ristretti al carcere di Regina Coeli a disposizione dell'A.G.

CELIO - CARABINIERI ARRESTANO 2 PARCHEGGIATORI ABUSIVI PER TENTATA ESTORSIONE IN CONCORSO.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due cittadini stranieri - uno originario della Romania di 37 anni, l'altro proveniente dal Bangladesh di 50 anni - entrambi nella Capitale senza fissa dimora e già conosciuti alle forze dell'ordine, con l'accusa di tentata estorsione in concorso.

I fatti si sono svolti nella serata di ieri in piazza Celimontana, dove una 28enne romana, alla guida della sua auto, dopo aver parcheggiato, è stata avvicinata dai due uomini, entrambi parcheggiatori abusivi, che le hanno chiesto con insistenza una somma di denaro per il servizio che stavano svolgendo.

Ottenuto un netto diniego dall'automobilista, i due sono andati su tutte le furie e dopo averla più volte minacciata, hanno danneggiato uno specchietto retrovisore della sua auto.

A quel punto è scattata la segnalazione al "112" e la pattuglia di Carabinieri più vicina al luogo indicato in pochi minuti è giunta sul posto, fermando i due parcheggiatori abusivi.

Ora si trovano nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento