menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia Volante 3

Polizia Volante 3

Roma, finge il suicidio per lasciare la fidanzata, lei allarmata chiama la Polizia

Ha inviato una e-mail alla fidanzata neozelandese dicendole di volersi suicidare sparandosi; lei, allarmata, ha lanciato l’allarme all’ “Agente Lisa”, il personaggio “social” della Polizia di Stato.

Ha inviato una e-mail alla fidanzata neozelandese dicendole di volersi suicidare sparandosi; lei, allarmata, ha lanciato l'allarme all' "Agente Lisa", il personaggio "social" della Polizia di Stato.

I poliziotti addetti alla gestione dell'account sul noto social network, letto il messaggio, hanno allertato i colleghi dell'ufficio stampa della Questura di Roma, città di residenza del presunto suicida, che a loro volta hanno attivato la Sala Operativa.

In poco tempo è stato possibile accertare che il fidanzato della ragazza non deteneva armi, ma che il padre, con cui lo stesso convive, possedeva una S&W 357 Magnum.

Immediatamente sono state inviate due pattuglie a casa del giovane, dove gli agenti hanno trovato una parente, che ha indicato loro la camera da letto dove si trovava il giovane in quel momento. Qui i poliziotti hanno trovato il ragazzo tranquillamente sdraiato sul letto che, alla loro vista, ha subito confessato di essere stato lui stesso ad inviare quel messaggio alla ragazza solo perché voleva interrompere la loro relazione.

Gli agenti hanno poi verificato dove fosse custodita l'arma regolarmente detenuta dal padre del ragazzo, che al momento non era in casa, e l'hanno trovata dentro un comodino della sua camera da letto insieme alle munizioni, liberamente accessibile a chiunque.

Al termine degli accertamenti il ragazzo è stato denunciato per procurato allarme, mentre il padre, immediatamente convocato negli Uffici del commissariato Casilino, è stato denunciato per omessa custodia di arma da fuoco, nonché per porto abusivo di arma, visto che portava con sé un dissuasore elettrico carico, di cui aveva denunciato la sola detenzione.

Le armi sono state sequestrate e la licenza di porto di fucile, di cui il padre era titolare, è stata ritirata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento