Roma, in centro con una borsa schermata rubano due magliette del Roma store di via del corso

I Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, durante i quotidiani servizi svolti per contrastare ogni forma di illegalità nelle vie del centro storico, hanno arrestato due cittadini peruviani di 32 e 33 anni, entrambi con precedenti...

Anello 1

I Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, durante i quotidiani servizi svolti per contrastare ogni forma di illegalità nelle vie del centro storico, hanno arrestato due cittadini peruviani di 32 e 33 anni, entrambi con precedenti, sorpresi subito dopo aver rubato con una borsa schermata, vari capi di abbigliamento, da tre negozi di via del Corso.

Nello specifico, i Carabinieri hanno notato i due ladri seriali, mentre tentavano di allontanarsi, a passo spedito, dal “Roma Store” di via del Corso, con la “borsa anomala” a tracolla, ed hanno deciso di fermarli.

Nella borsa, con interno completamente foderato con fogli di carta stagnola, materiale in grado di schermare la rivelazione magnetica delle barriere antitaccheggio degli esercizi commerciali, c’erano varia merce, che si è scoperto aver rubato da vari negozi.

Oltre a due magliette dell’ AS Roma, personalizzate con il cognome di Totti e Strootman, infatti, i due avevano vari articoli di prima infanzia e due portafogli in pelle, risultati rubati precedentemente da altri negozi sempre in via del Corso.

La merce rinvenuta dai Carabinieri è stata interamente restituita ai responsabili dei tre esercizi commerciali mentre la “borsa speciale” è stata sequestrata.

I due arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo. Dovranno difendersi dall’accusa di furto aggravato.

MONTI – CALCI E PUGNI AL VOLTO AD UNA TURISTA PER PORTARLE VIA LA BORSA. CARABINIERI ARRESTANO 33ENNE.

Ha atteso il momento giusto, quando era da solo con la vittima, una turista 26enne del Vietnam, per avvicinarla e rapinarla. L’aggressore, un 33enne del Mali, senza fissa dimora, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Quirinale.

E’ successo ieri sera nel quartiere Monti. Il malvivente ha avvicinato la donna e l’ha colpita violentemente al volto con un calcio e con un pugno, tentando poi di portarle via la borsa. Messo in fuga da un passante, che ha contattato il 112, è stato bloccato poco dopo dai Carabinieri che, intervenuti rapidamente, lo hanno rintracciato in una via adiacente.

L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà difendersi dall’accusa di tentata rapina.

MAGLIANO ROMANO (RM) – CARABINIERI ARRESTANO DUE PUSHER. SEQUESTRATI OLTRE 2,5 KG TRA COCAINA, HASHISH E MARIJUANA. SOTTERRAVANO LE DOSI NEI CAMPI PER POI RECUPERARLE IN CASO DI ORDINAZIONI

I Carabinieri della Compagnia Roma Cassia, a conclusione di mirati servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato due italiani, incensurati, trovati in possesso di oltre 2,5 Kg. di droga.

Dopo aver seguito le loro mosse per diverso tempo ed averli notati in atteggiamenti sospetti nei pressi di alcuni terreni in zona Magliano Romano, i Carabinieri li hanno bloccati e sottoposti ad un accurato controllo durante il quale sono stati trovati in possesso di alcune dosi di hashish e marijuana.

Immediate sono scattate le perquisizioni nelle rispettive abitazioni dove i Carabinieri hanno complessivamente recuperato una busta con 350 gr. di cocaina, 13 panetti di hashish da 100 grammi l’uno, 37 dosi di hashish già suddivise e nascoste in un pacchetto di fazzoletti e 1,2 Kg di marijuana, in buste di grosse dimensioni.

Dalle attività svolte si è riusciti ad appurare come gli stessi gestissero un importante traffico con cessioni frequenti di stupefacente ai loro “clienti”.

Singolare il loro modus operandi: la droga, per la maggior parte, veniva interrata nei campi coltivati della zona per poi essere dissotterrata solo dietro un’ordinazione del cliente di turno.

Considerato l’ingente quantitativo di droga sequestrata, nei confronti dei pusher è stata disposta la custodia cautelare nel carcere di Rebibbia, dove rimangono in attesa di essere interrogati dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli.

CARABINIERI DI FIRENZE E ROMA ARRESTANO 3 PERSONE PER DROGA E RICETTAZIONE NELLA CAPITALE. LA SCOPERTA DOPO LA CATTURA DI UN LADRO ALBANESE, RICERCATO PERCHE’ EVASO DAI DOMICILIARI.

Lavorando alle ricerche di un cittadino albanese, accusato di furti in abitazione in Toscana e sul quale pendeva un’ordinanza di custodia cautela in carcere in quanto evaso dai domiciliari e resosi irreperibile, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa e Radiomobile di Frascati con i Carabinieri del Nucleo Operativo di Firenze sono giunti ad un’abitazione di Tor Vergata a Roma, dove l’uomo poteva trovarsi.

Nel pomeriggio di ieri è scattato il blitz e in effetti in casa è stato trovato l’uomo, 38 anni, in compagnia di altri due connazionali di 25 e 30 anni. Tutti e tre sono stati arrestati perché detenevano 475 g di marijuana, 6.200 euro in contanti, diversi gioielli in oro e smartphone. Per la droga dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre per gli oggetti preziosi, che potrebbero essere oggetto di furto, i tre dovranno rispondere anche di ricettazione.

In attesa del rito direttissimo da celebrarsi presso le aule del Tribunale di Roma sono stati trattenuti in caserma.

All’arresto dei tre si è giunti a seguito di un’indagine dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Firenze che, nel mese di Settembre 2016, a seguito di numerosi furti in abitazione registrati nei comuni di Grassina, Fiesole, Pontassieve e Borgo San Lorenzo, ha portato all’individuazione di una compagine criminale di provenienza albanese, facente capo proprio al ricercato 38enne. Dopo essere stato arrestato e condotto nel carcere di Sollicciano, l’uomo ha beneficiato degli arresti domiciliari nella Capitale da dove però è evaso rendendosi irreperibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagine riprese dai Carabinieri di Firenze hanno consentito di poterlo rintracciare nella giornata di ieri, notificandogli l’ordinanza di sostituzione degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere. L’uomo dovrà inoltre rispondere, in concorso con i due connazionali, come detto, della detenzione ai fini di spaccio e ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento