Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Roma, in Via Cornelia “Caffè Corretto” se richiesto alla droga. Quattro arresti

La droga era nascosta nello sciacquone del bagno del locale, in una borsa per neonati.

La droga era nascosta nello sciacquone del bagno del locale, in una borsa per neonati.

I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere hanno aggiunto un altro importante tassello, all'intensa attività antidroga svolta negli ultimi mesi in tutto il territorio di competenza.

Nella serata di ieri, infatti, i Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato, dopo giorni di servizi di osservazione e pedinamento di alcuni noti assuntori di droghe, hanno individuato in un bar di via Cornelia un base di spaccio per il quartiere.

A finire in manette, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti, sono stati il titolare dell'esercizio, un 50enne con precedenti originario di Chieti ma da tempo residente a Roma, il figlio di quest'ultimo, un ragazzo di 22 anni, una donna romana di 50 anni e la figlia di 20 anni.

Il gruppo aveva stabilito la propria base di spaccio all'ombra dell'attività del bar. I militari, atteso il momento propizio, hanno fatto scattare il blitz, sorprendendo i 4 "soci" con le mani nel sacco.

Durante le perquisizioni sono stati scoperti due "sassi" di cocaina - del peso complessivo di 33 grammi - e 850 euro in contanti, all'interno di un barattolo in vetro nascosto nella cassetta dello scarico del wc del bar.

Le verifiche si sono spostate anche nei rispettivi domicili degli arrestati: a casa del titolare del bar sono stati sequestrati altri 400 euro, ritenuti provento dell'attività illecita, e tutto il materiale utile al confezionamento delle dosi di droga.

Le perquisizioni scattate nei confronti della 50enne e della figlia, invece, hanno permesso di recuperare altri 90 g di cocaina - suddivisi in 13 involucri - che erano stati astutamente occultati in uno scomparto ricavato in una borsa fasciatoio per neonati.

In attesa del rito direttissimo, i 4 arrestati sono stati reclusi agli arresti domiciliari.

Sono tuttora in corso gli accertamenti dei Carabinieri, finalizzati a verificare i canali di approvvigionamento e la sussistenza di eventuali legami con ambienti criminali di livello superiore, operanti nella Capitale.

PORTUENSE - IN DUE TENTANO DI RAGGIRARE UNA DONNA CON LA "TRUFFA DELLO SPECCHIETTO". INTERVENGONO I CARABINIERI E LI ARRESTANO.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due persone, un 20enne di Roma e un 28enne di Milano, entrambi già noti alle forze dell'ordine, che avevano tentato di truffare una signora di 55 anni, facendole credere di avergli provocato un danno con la sua auto.

Ieri sera, in via G. Folchi, i due complici, a bordo di un'autovettura, hanno affiancato l'auto della donna, costringendola a fermarsi. I malfattori hanno aggredito la donna verbalmente, facendole credere di aver provocato un sinistro stradale e di aver arrecato danni al loro auto, pretendendo dei soldi in contanti per la riparazione.

A seguito di segnalazione giunta al 112, i Carabinieri sono intervenuti sul posto ed hanno colto in flagranza i due truffatori che, con fare minaccioso, tentavano di estorcere denaro alla vittima, che continuava a contestare ogni addebito.

Anche gli accertamenti dei Carabinieri hanno confermato che non vi era stato alcun sinistro stradale, motivo per cui, per i due complici sono scattate le manette.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, in Via Cornelia “Caffè Corretto” se richiesto alla droga. Quattro arresti

FrosinoneToday è in caricamento