menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, la banca lo licenzia e lui dopo 4 anni la rapina ex direttore di banca arrestato

E’ entrato all’interno di una banca di viale Ippocrate,  con il volto coperto da una maschera, armato di una pistola e di un coltello a serramanico e dopo aver minacciato il direttore, lo ha rinchiuso in una stanza intimandogli di aprire la...

E' entrato all'interno di una banca di viale Ippocrate, con il volto coperto da una maschera, armato di una pistola e di un coltello a serramanico e dopo aver minacciato il direttore, lo ha rinchiuso in una stanza intimandogli di aprire la cassaforte.

Il protagonista della vicenda è un 56enne romano, incensurato, che era stato il direttore proprio di quell'istituto di credito e da cui era stato licenziato nel 2011.

L'immediata segnalazione fatta da uno dei dipendenti al "112", ha consentito ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli ed una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Roma di arrivare subito sul posto.

Immediatamente disarmato e bloccato dai militari, il rapinatore vistosi scoperto ha riferito loro che era tutto uno scherzo organizzato ai danni del nuovo direttore.

Dopo l'arresto, l'uomo è stato associato presso il carcere di Regina Coeli e dovrà rispondere di sequestro di persona e tentata rapina.

Rinvenuti e sequestrati dai Carabinieri anche la maschera, la pistola, rivelatasi poi essere giocattolo, ed il coltello a serramanico utilizzati dal rapinatore.

CASSIA, CARABINIERI ARRESTANO UOMO CHE SPACCIA AI DOMICILIARI

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Roma Cassia hanno arrestato un ragazzo di 28 anni, con precedenti, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giovane, nonostante si trovasse ristretto agli arresti domiciliari, perché accusato di spaccio di sostanze stupefacente, continuava a svolgere le sua attività illecita all'interno della propria abitazione.

Nel corso di uno dei consueti controlli alle persone sottoposte alle misure restrittive nel territorio, nel verificare se ci fossero persone non autorizzare all'interno dell'abitazione hanno notato un armadio in muratura, fresco di manifattura sul balcone.

I militari hanno così deciso di controllare cosa ci fosse all'interno ed hanno rinvenuto circa 100 g di marijuana, quasi 900 g di hashish, suddivisi in 9 panetti e tutto il materiale necessario per il confezionamento della droga.

Lo stupefacente è stato sequestrato mentre il pusher è stato accompagnato in caserma in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento