Roma, litiga con la convivente e picchia i tre figli della donna e tenta di strangolare il figlio di nove mesi

La vicenda è iniziata nella mattinata di venerdì in un’abitazione a San Basilio. Un 50enne romano, al culmine di una lite con la convivente, ha afferrato il proprio figlio di 9 mesi ed è uscito di casa, portandolo con sé nonostante il tentativo...

20160613_065036
La vicenda è iniziata nella mattinata di venerdì in un’abitazione a San Basilio.
Un 50enne romano, al culmine di una lite con la convivente, ha afferrato il proprio figlio di 9 mesi ed è uscito di casa, portandolo con sé nonostante il tentativo della convivente e madre del piccolo di opporsi posizionandosi davanti all’autovettura.
L’uomo, poi, nel primo pomeriggio è tornato a casa, ma anziché placarsi ha continuato ad aggredire la donna, cittadina straniera, ed i suoi tre figli di 6, 9 e 15 anni avuti da una precedente relazione con un connazionale.
I tre hanno cercato in tutti i modi di difendere la madre dalle violenze ma poi, sotto i colpi del 50enne, sono stati costretti a fuggire dall’abitazione ed a rifugiarsi da una vicina.
La furia dell’uomo non si è però placata, ed in un ennesimo eccesso d’ira ha afferrato per il collo il bimbo di 9 mesi tentando di soffocarlo, non riuscendoci solo per la reazione della donna, che è riuscita a sottrarre il piccolo dalla stretta del genitore ed a ripararsi in una delle stanze dell’abitazione.
Le urla hanno richiamato l’attenzione del vicinato, e numerose sono state le telefonate giunte al numero unico di soccorso pubblico .
Sul posto, sono in breve confluite due pattuglie del Reparto Volanti, che individuata l’abitazione sono riuscite ad accedere all’interno, trovando la donna in un angolo della casa con il figlio in braccio.
Il bimbo, in particolare, presentava degli evidenti segno sul collo.
Dopo aver isolato l’uomo, messo in condizioni di non nuocere, gli agenti hanno richiesto l’intervento di personale sanitario.
I feriti sono stati soccorsi presso il vicino ospedale, che ha refertato la donna con 15 giorni di prognosi, i suoi tre figli con 30, 30 e 15 giorni ed il piccolo di 9 mesi con 30 giorni per “escoriazione alla base del collo come da tentativo di strangolamento”.
Per l’uomo, pertanto, è scattato l’arresto per tentato omicidio e lesioni.
Dalle indagini effettuate dagli investigatori del Commissariato San Basilio è emerso che l’arrestato, in passato, si era reso protagonista di violenze domestiche nei confronti di un’altra donna con la quale all’epoca conviveva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento