Roma, mezzi pubblici stretta sui borseggiatori seriali arrestati 14 “manolesta”

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma continuano incessantemente  l’attività di controllo a bordo dei mezzi pubblici e presso le fermate metro e bus della Capitale, per prevenire e reprimere reati ai danni dei turisti che affollano la...

borseggio-7

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma continuano incessantemente l’attività di controllo a bordo dei mezzi pubblici e presso le fermate metro e bus della Capitale, per prevenire e reprimere reati ai danni dei turisti che affollano la Città Eterna in questo periodo.

La stretta morsa dei Carabinieri ha portato all’arresto di 14 borseggiatori, 2 fermati a bordo della linea bus H in Circonvallazione Gianicolense, 4 all’interno della fermata metro Colosseo, 2 all'interno della fermata metro Repubblica, 3 a bordo della linea tram 14 a Piazza Bologna, 2 all’interno della fermata metro Spagna e 1 nei pressi della stazione FS San Pietro.

In manette sono finiti nove cittadini romeni, tre nomadi di origine slava, un cittadino marocchino e un cittadino bulgaro, di età compresa tra i 19 e i 56 anni, tutti già conosciuti alle forze dell’ordine per lo stesso reato.

Obiettivo dei “manolesta seriali” risultano portafogli, smartphone, contanti ed effetti personali, asportati alle vittime, tutti turisti.

Tutta la refurtiva è stata recuperata dai militari e riconsegnata agli aventi diritto.

I 14 arrestati sono in attesa di processo per il reato di furto aggravato.

ISOLA TIBERINA – SORPRESO A RUBARE NELLE CAMERE DEL REPARTO MATERNITA’ DEL “FATENBENEFRATELLI”, ARRESTATO DAI CARABINIERI

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato un 46enne di Monterotondo, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato furto aggravato.

L’uomo è stato notato da una guardia particolare giurata aggirarsi in atteggiamento sospetto tra le camere del reparto maternità dell’ospedale “Fatebenefratelli” all’isola Tiberina.

Il vigilantes ha deciso di chiedere aiuto ai Carabinieri per controllare cosa stesse accadendo e quando i militari lo hanno fermato è emerso che il 46enne si stava intrufolando nelle varie stanze delle pazienti ricoverate, nel tentativo di rubare oggetti di valore lasciati incustoditi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ladro è stato ammanettato e portato in caserma, dove attenderà di essere sottoposto al processo con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento