menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, migliora la bimba scampata al massacro di San Giovanni

A distanza di giorni dal tremendo duplice omicidio di San Giovanni, trasformatosi poi in omicidio-suicidio con la 42enne marocchina Khadija El Fatkhan che si è tolta la vita impiccandosi con una cinta al collo nel bagno, iniziano ad emergere nuovi...

A distanza di giorni dal tremendo duplice omicidio di San Giovanni, trasformatosi poi in omicidio-suicidio con la 42enne marocchina Khadija El Fatkhan che si è tolta la vita impiccandosi con una cinta al collo nel bagno, iniziano ad emergere nuovi tremendi particolari sulla notte di sangue.

La donna che da tempo soffriva di depressione da qualche tempo aveva ripreso ad indossare il velo e da giorni aveva iniziato a pensare a come uccidere i figli ed il marito e durante l'aggressione avrebbe urlato più volte "sono Matta. sono matta aiutatemi". L'aggressione notturna di domenica scorsa nella casa di via Carlo Felice 69 quindi sarebbe stato un atto premeditato e non si esclude che alla base del violente gesto ci sia anche la gelosia della donna. Il procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani ed il sostituto Francesco Minisci hanno deciso di sottoporre i corpi dei due figli, trucidati a colpi di coltello da cucina dalla madre, all'autopsia per capire come siano avvenute veramente le cose.

Intanto dal Bambin Gesù arrivano buone notizie per la terza bimba di 5 anni che fortunatamente è scampata al massacro. La bimba respira da sola e non dovrebbe essere più in fin di vita. Il padre ricoverato all'ospedale di San Giovanni dopo l'intervento all'addome di lunedì scorso resta sotto osservazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento