Roma, movida all’Aventino. 3 persone arrestate, 5 denunciate e 7 sanzionate

Elevate contravvenzioni anche a due attivita’ commerciali. a testaccio i carabinieri hanno bloccato un pusher che nascondeva le dosi di eroina sotto la lingua.

Controlli dei Carabinieri (1)-2

Elevate contravvenzioni anche a due attivita’ commerciali. a testaccio i carabinieri hanno bloccato un pusher che nascondeva le dosi di eroina sotto la lingua.

Nel fine settimana, i Carabinieri del Gruppo di Roma e del Nucleo Radiomobile di Roma, coadiuvati dai militari dell’8° Reggimento “Lazio”, del Nucleo Ispettorato del Lavoro, del Nucleo Antisofisticazioni Sanità (NAS), e con la collaborazione del personale A.R.P.A. Lazio, nel corso di un’intensa attività di controllo nel quartiere Aventino e zone limitrofe, noto luogo della movida romana, hanno eseguito tre arresti, denunciato cinque persone e sanzionato altre sette, oltre ad aver contravvenzionato due attività commerciali.

Durante l’operazione, finalizzata ad arginare fenomeni di illegalità diffusa, i Carabinieri hanno eseguito anche controlli negli esercizi commerciali, ristoranti, bar e pub del rione.

Nello specifico, un cittadino straniero, 43enne della Liberia, senza fissa dimora e con precedenti, è stato sorpreso a cedere eroina ad alcuni giovani in transito su Lungotevere Testaccio. L’uomo, avvicinati i possibili acquirenti e contrattata la cessione, prelevava la droga dalla bocca, dove occultava le dosi sotto la lingua. I Carabinieri lo hanno bloccato e arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti.

A bordo della bus ATAC linea notturna H, i Carabinieri hanno individuato e bloccato una 49enne cilena e un 45enne tunisino, entrambi con precedenti, che poco prima avevano rubato il portafoglio ad una turista spagnola, di 50 anni, che passeggiava sul lungotevere. I due complici sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

Un 36enne di Frosinone e un 40enne romano sono stati denunciati in stato di libertà perché trovati alla guida delle rispettive autovetture con un tasso alcolemico superiore a quello consentito.

Un cittadino egiziano di 22 anni, nella Capitale senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato dopo essere stato sorpreso a cedere una dose di hashish ad un giovane, a sua volta segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo quale assuntore.

Un 32enne romeno, senza fissa dimora e con precedenti, è stato denunciato per il reato di percosse a seguito di un’animata lite con un connazionale.

Cinque cittadini del Bangladesh, di età compresa tra i 25 e i 42 anni, sono stati sanzionati amministrativamente per la vendita ambulante di bevande senza la prevista autorizzazione. I connazionali si aggiravano tra i giovani all’esterno dei locali di Testaccio, a cui tentavano di vendere abusivamente acqua e alcolici.

Sanzionati anche due parcheggiatori abusivi: un 54enne algerino in via di Monte Testaccio e un 58enne romano in via Zabaglia.

Il titolare di un locale in piazza dell’Emporio è stato sanzionato di oltre 10.000 euro per la mancanza dell’alcol test, per occupazione abusiva di suolo pubblico e manto stradale e per installazione abusiva di insegne pubblicitarie.

Invece, la titolare di un’attività in via Luca della Robbia è stata sanzionata di oltre 4.000 euro per occupazione abusiva di manto stradale e per la mancanza di alcol test. L’amministratore della società è stato invece denunciato a piede libero per la mancanza di dispositivi antincendio. A seguito degli accertamenti nei locali cucina dell’attività, venivano anche sequestrati 12 kg di prodotti alimentari privi di tracciabilità.

Nel corso di tutte le attività sono state identificate e controllate 158 persone e eseguiti accertamenti su 96 veicoli.

VIA DEL CORSO – “PIZZICATO” DI NUOVO IN CHIESA A RUBARE MONETE DALLE CASSETTE DELLE OFFERTE CON METRO TELESCOPICO. CARABINIERI ARRESTANO 45ENNE.

Dopo circa un mese, è stato nuovamente “pizzicato” in chiesa a rubare le monete dalle cassette delle offerte. In manette è finito ancora una volta un 45enne romano, con precedenti, questa volta arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, scoperto in flagranza di reato all’interno della chiesa “Gesù e Maria” di via del Corso.

CENTRO - Il metro metallico sequestrato dai Carabinieri (1)

Lo scorso 18 maggio, il ladro era stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto, per lo stesso reato, all’interno della chiesa “Madonna del Pozzo” in via del Mortaro, poco distante.

Come il modus operandi, con il malvivente intento a recuperare il denaro dalla cassetta delle offerte mediante un metro metallico allungabile con alla punta del nastro adesivo, anche l’esito è sempre lo stesso, con i Carabinieri che gli stringono le manette ai polsi con l’accusa di furto aggravato.

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno anche recuperato il denaro che aveva già asportato dalle varie cassette, riconsegnandolo al parroco della chiesa.

L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

PIAZZA VENEZIA – CARABINIERI ARRESTANO 56ENNE, GIA’ SOTTOPOSTO ALL’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE ALLA PG, SORPRESO A “RIPULIRE” LE AUTO IN SOSTA.

Nemmeno l’obbligo di presentazione alla P.G. per i suoi precedenti reati lo hanno fatto desistere, ma ieri sera, la sua ostinazione a delinquere gli è costata un altro arresto.

In manette un 56enne romano, ben noto ai Carabinieri perché già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma, arrestato dai militari del Nucleo Radiomobile di Roma, sorpreso a rubare sulle auto in sosta in piazza dell’Ara Coeli.

Ieri sera, intervenuti rapidamente su segnalazione di un passante che aveva notato il ladro in azione, i Carabinieri hanno localizzato le due autovetture “visitate” con i vetri infranti e poco dopo hanno individuato il malvivente che tentava di nascondersi tra altri veicoli in sosta, sperando di farla franca. Prontamente fermato, il ladro è stato trovato in possesso di vari oggetti, appena asportati dalle due auto, e di un corpo contundente utilizzato per la rottura dei vetri.

Recuperata la refurtiva, poi riconsegnata ai proprietari dei veicoli che sono stati rintracciati poco dopo, i Carabinieri hanno portato l’arrestato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà rispondere all’accusa di furto aggravato continuato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento