Roma, nel centro storico utilizzavano carte di credito clonate per fare shopping di lusso nelle boutique esclusive. Arrestati due cittadini nigeriani

Capi di abbigliamento, scarpe, occhiali da sole e profumi per un valore di circa 8.000 euro. E’ quanto recuperato dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina dopo avere arrestato due cittadini nigeriani, di 28 e 30 anni, già noti...

Carte credito clonate

Capi di abbigliamento, scarpe, occhiali da sole e profumi per un valore di circa 8.000 euro. E’ quanto recuperato dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina dopo avere arrestato due cittadini nigeriani, di 28 e 30 anni, già noti alle forze dell’ordine, datisi ad un frenetico shopping di lusso nelle boutique più esclusive del centro storico, tra piazza di Spagna e via del Corso, pagando la merce con carte di credito clonate.

Impegnati in uno specifico servizio mirato alla repressione dei reati in danno delle attività commerciali, i Carabinieri hanno notato i due “shopping addicted” entrare ed uscire da negozi di lusso, dove acquistavano rapidamente, senza badare al prezzo, numerosi capi.

Quando i due cittadini africani, affascinati dai capi di un noto stilista italiano, sono entrati nella boutique di piazza di Spagna, i Carabinieri li hanno seguiti e una volta alla cassa li hanno bloccati, trovandoli in possesso di 4 carte di credito intestate a diversi cittadini stranieri. Gli immediati approfondimenti investigativi eseguiti con gli uffici antifrodi dei vari circuiti bancari, hanno permesso di appurare che le carte di credito erano clonate.

Per i due uomini sono scattate le manette con l’accusa di utilizzo fraudolento di carte di credito.

I Carabinieri hanno recuperato tutta la merce che avevano acquistato illecitamente e l’hanno riconsegnata ai vari esercizi commerciali che avevano visitato.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

FLAMINIO, TENTA DI SCASSINARE SLOT MACHINE. CARABINIERI ARRESTANO LADRO 26ENNE.

I Carabinieri della Stazione di Roma Monte Mario hanno arrestato un 26enne romeno, senza fissa dimora e con precedenti, colto in flagranza di reato mentre tentava di forzare alcune slot machine in una sala giochi di via Francesco Gai, nei pressi di Lungotevere Flaminio.

Ieri pomeriggio, l’uomo è entrato nella sala giochi e, dopo un rapido sopralluogo, si è diretto verso le slot machine. Il suo fare sospetto però ha attirato l’attenzione di alcuni dipendenti della sala che hanno contattato il NUE 112.

Giunti rapidamente sul posto, i Carabinieri hanno sorpreso il ladro armeggiare sulle macchinette nel tentativo di rubare le monete contenute all’interno.

Immediate sono scattate per lui le manette, con l’accusa di tentato furto aggravato.

I Carabinieri hanno portato l’arrestato in caserma dove è stato trattenuto in cella in attesa del rito direttissimo.

SAN BASILIO – CARABINIERI ARRESTANO PUSHER FERMO IN AUTO CON NUMEROSE DOSI DI DROGA. IN CASA, SEQUESTRATI ULTERIORI QUANTITATIVI DI HASHISH E COCAINA.

ROMA – Ieri pomeriggio, un 26enne romano, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti negli ambienti della droga del quartiere San Basilio, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma San Basilio perché scoperto a bordo della sua auto con dosi di cocaina, marijuana e hashish, pronte alla vendita e con oltre mezzo chilo di hashish in panetti e circa 200 grammi di cocaina, materiale per il taglio e confezionamento della droga e bilancini di precisione, detenuti nella sua abitazione.

Transitando in via Maiolati, i Carabinieri lo hanno notato fermo appartato a bordo della sua autovettura e non hanno esitato a fermarlo per un controllo, trovandolo in possesso di 40 g di hashish, 60 g di cocaina e 10 g di marijuana in dosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso della perquisizione scattata presso il suo domicilio, nella stessa via, i Carabinieri hanno rinvenuto il resto della droga e il materiale per confezionare le dosi nella sua camera da letto. Ora si trova ristretto nel carcere di Regina Coeli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento