menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Borseggio

Borseggio

Roma, operazione antiborseggio  5 arresti e una denuncia

Nelle ultime ore, i Carabinieri della Capitale, nel corso dei consueti servizi antiborseggio a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, hanno arrestato 5 persone per borseggio e denunciato a piede libero una...

Nelle ultime ore, i Carabinieri della Capitale, nel corso dei consueti servizi antiborseggio a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, hanno arrestato 5 persone per borseggio e denunciato a piede libero una quarta.

In particolare: in via Troya, i Carabinieri della Stazione Roma Montemario, hanno arrestato due donne nomadi, rispettivamente di 27 e 29 anni, con precedenti e provenienti dal campo di via Lombroso, che in strada avevano preso di mira una 60enne romana tentando di sfilargli il portafogli dalla borsa; poco dopo, a bordo del bus 64, all'altezza di largo Magnanapoli, i Carabinieri del Comando piazza Venezia hanno arrestato un 59enne cittadino algerino, già noto alle forze dell'ordine, che aveva sfilato il portafogli contenente 300 euro dal marsupio di un turista tedesco; in via dei Fori Imperiali, i Carabinieri della Stazione Roma Quirinale hanno arrestato due cittadini romeni, di 21 e 23 anni, già noti alle forze dell'ordine, sorpresi mentre tentavano di sfilare il portafogli ad un turista straniero; infine in via Nazionale, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno denunciato a piede libero un 18enne cittadino romeno con precedenti, che in concorso con una 13enne, non imputabile, ha sfilato il portafogli ad un turista straniero.

I cinque ladri arrestati dai Carabinieri sono stati accompagnati in caserma dove si trovano a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

ACQUISTANO GENERATORE CON UN ASSEGNO FALSO, IN 3 DENUNCIATI DAI CARABINIERI. NELLE MARCHE RECUPERATO IL DISPOSITIVO PER UN VALORE DI 20.000 EURO.

I Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone, in collaborazione con i Carabinieri della Stazione di Montecchio di Vallefoglia (PU), hanno individuato e denunciato a piede libero, tre cittadini italiani, rispettivamente di 28, 56 e 42 anni, con l'accusa di truffa e ricettazione.

I tre uomini, perlopiù già noti alle forze dell'ordine, hanno acquistato un generatore elettrico da una società romana, per un valore commerciale di oltre 20 mila euro, pagandolo con un assegno circolare falso.

Le indagini, avviate a seguito della denuncia presentata ai Carabinieri di Roma Casalbertone dall'amministratore della società venditrice, rimasta truffata, hanno permesso di risalire alle due persone, il 26enne ed il 56enne, del Teramano, che il 10 febbraio scorso hanno pagato con l'assegno falso il generatore.

Successivamente, grazie all'intervento dei Carabinieri della Stazione di Montecchio di Vallefoglia, il dispositivo è stato recuperato nel comune di Vallefoglia (PU), nascosto all'interno di un furgone, parcheggiato presso una rivendita di materiali edili, gestita dal 42enne anch'egli denunciato.

Recuperato dai Carabinieri, il generatore elettrico è stato riconsegnato al responsabile della società.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento