Roma, operazione antidroga dei carabinieri. 21 pusher arrestati in 3 giorni

Negli ultimi tre giorni, i numerosi blitz antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato all’arresto di 21 pusher, al sequestro di oltre mezzo chilo di droga già divisa in dosi, tra cui hashish, marijuana, cocaina e eroina...

Negli ultimi tre giorni, i numerosi blitz antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato all’arresto di 21 pusher, al sequestro di oltre mezzo chilo di droga già divisa in dosi, tra cui hashish, marijuana, cocaina e eroina e di circa 1.600 euro in contanti, provento dell’attività illecita.

Gli arresti sono stati effettuati nelle zone del Pigneto, Piazza Vittorio, Termini, Boccea, San Lorenzo, Centocelle, Togliatti, San Basilio e Tor Marancia.

A finire in manette sei cittadini italiani, 5 cittadini del Gambia, un algerino, tre marocchini, un romeno, un tunisino, un egiziano, un cittadino della Libia e due cittadini dell’ex Jugoslavia, tutti di età compresa tra i 19 e i 41 anni, molti di loro già noti alle forze dell’ordine.

La rete di spaccio operava perlopiù nelle piazze frequentate da giovani e in alcuni casi i militari hanno anche identificato gli acquirenti che sono stati segnalati quali assuntori all’Autorità Competente. Tutti gli arrestati dovranno rispondere del reato di detenzione e spaccio di stupefacenti.

MOVIDA – CARABINIERI ARRESTANO DUE GIOVANI SCIPPATORI IN AZIONE A TESTACCIO.

Alle prime luci dell’alba di ieri, i Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia, con la collaborazione dei militari dell’8° Reggimento “Lazio”, hanno arrestato due cittadini egiziani di 17 e 18 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, responsabili di scippo.

Nel corso di uno specifico servizio coordinato finalizzato alla prevenzione dei reati predatori nei confronti degli avventori dei numerosi locali della zona di Testaccio, i Carabinieri hanno assistito ad uno “scippo in diretta”: i cittadini egiziani, infatti, erano stati già notati aggirarsi con fare guardingo tra le persone che affollavano la zona quando, adocchiata la loro potenziale vittima - una ragazza di 23 anni proveniente dagli Emirati Arabi Uniti, ma domiciliata a Roma – le si sono avvicinati sfilandole dalle mani, con mossa fulminea, un telefono cellulare.

I malviventi non hanno avuto il tempo di fuggire perché i Carabinieri li hanno subito fermati.

La refurtiva è stata recuperata e restituita alla giovane vittima, mentre per i due scippatori la serata è finita, rispettivamente, nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia agnelli e nelle camere di sicurezza della caserma.

Entrambi attendono di essere sottoposti al rito direttissimo.

BRAVETTA – VENDITORI AMBULANTI DI MERCE “GRIFFATA”CONTRAFFATTA. I CARABINIERI ARRESTANO 3 CITTADINI STRANIERI

I Carabinieri della Stazione di Roma Bravetta hanno arrestato 3 cittadini del Senegal, di 52, 45 e 37 anni, tutti disoccupati e con precedenti, perché trovati in possesso di merce griffata contraffatta, pronta per la vendita.

Nello specifico, una pattuglia dei Carabinieri, nel transitare in via dei Bonacolsi ha notato il 52enne, che esponeva in vendita orologi e occhiali ai cittadini della zona, su una bancarella fatta con mezzi di fortuna.

I militari incuriositi, hanno deciso di fermare il cittadino senegalese, accertando che gli oggetti esposti alla vendita, risultavano palesemente contraffatti.

A seguito della perquisizione eseguita a carico del venditore ambulante, all’interno del suo zaino, sono stati sequestrati 30 orologi con marchi “ROLEX, BULGARI E CARTIER” e 50 paia di occhiali con loghi griffati falsi.

Il domicilio del cittadino senegalese, responsabile della vendita, è risultato un vero e proprio deposito di materiale contraffatto, pronto per la vendita. Sono stati infatti rinvenuti e sequestrati, altri 22 orologi con marchio ROLEX contraffatto, 100 paia di occhiali, 8 paia di scarpe marchiate HOGAN, 56 capi di abbigliamento RALPH LAUREN e FRED PERRY e 10 etichette contraffatte di noti marchi, usate per alterare i capi di abbigliamento.

In casa sono stati trovati gli altri 2 cittadini del Senegal che alla vista dei Carabinieri hanno spontaneamente consegnato la merce contraffatta in loro possesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre arrestati, dovranno rispondere di ricettazione, contraffazione e commercio di prodotti falsi. Ora si trovano agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento