menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
stalking-2

stalking-2

Roma, perseguita la ex persino sul posto di lavoro, arrestato 36enne

Non si rassegnava al fatto che la sua compagna e madre di sua figlia lo avesse lasciato. Continuava così a perseguitarla anche sul posto di lavoro, fino a ieri, quando l'uomo, sudamericano di 36 anni, è stato arrestato dalla Polizia. 

Non si rassegnava al fatto che la sua compagna e madre di sua figlia lo avesse lasciato. Continuava così a perseguitarla anche sul posto di lavoro, fino a ieri, quando l'uomo, sudamericano di 36 anni, è stato arrestato dalla Polizia.

La donna, una ragazza italiana di 27 anni, madre di una bimba di un anno appena avuta con l'uomo, un sudamericano di 36 anni, aveva scoperto che il suo compagno aveva una relazione con un'altra. Mesi fa aveva deciso di lasciarlo, ma era costretta a subire le continue pressioni del suo ex che, da diverso tempo, era solito ubriacarsi e tormentarla.

Ieri sera l'ennesimo episodio di violenza: erano circa le 18,30 quando l'uomo, forse alterato dall'ingestione di alcolici, si è presentato d'innanzi all'entrata del negozio dove la vittima lavora.

Vedendolo, la donna è entrata subito in agitazione ed il suo datore di lavoro, accortosi del cambiamento di umore della sua dipendente ed essendo a conoscenza della vicenda, ha notato la presenza dello straniero fuori dal locale ed ha chiamato la Polizia. Approfittando dell'apertura della porta per consentire ad una cliente dell'esercizio commerciale di accedere all'interno, l'uomo ha tentato di accodarsi ma è stato respinto dal titolare e tenuto fuori. A questo punto la sua reazione è stata ancora più violenta e, indispettito, ha iniziato a tirare calci alla vetrata del locale per poi allontanarsi. Pochi istanti più tardi sul posto sono giunti due equipaggi del Reparto Volanti, che dopo aver ascoltato la vittima, hanno identificato l'uomo, trovato in possesso di un coltello, e lo hanno accompagnato negli uffici del Commissariato San Basilio dove, al termine degli accertamenti, è stato arrestato per il reato di atti persecutori e denunciato per il porto dell'arma. In sede di denuncia la donna ha raccontato agli investigatori lo stato di disagio e di paura in cui è stata costretta a vivere da quando si è separata dall'uomo che, non accettando la fine del rapporto, ha iniziato a perseguitarla presentandosi spesso ubriaco sul posto di lavoro, noncurante del fatto che tale comportamento avrebbe anche potuto compromettere il suo impiego.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento