menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni momenti della cerimonia (4)

Alcuni momenti della cerimonia (4)

Roma, ricordato il Carabiniere Otello Stefanini morto nell'eccidio del pilastro a Bologna nel 1991

Questa mattina, è stato ricordato a Roma il Carabiniere, Medaglia d’Oro al Valore Civile alla memoria, Otello Stefanini, ucciso nell’eccidio del Pilastro, avvenuto a Bologna il 4 gennaio del 1991.

Questa mattina, è stato ricordato a Roma il Carabiniere, Medaglia d'Oro al Valore Civile alla memoria, Otello Stefanini, ucciso nell'eccidio del Pilastro, avvenuto a Bologna il 4 gennaio del 1991.

La cerimonia di commemorazione è cominciata con la deposizione di una corona da parte del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, Generale di Brigata Salvatore Luongo, in viale Furio Camillo con resa degli onori militari, presso l'abitazione della famiglia del Carabiniere caduto.

A seguire, alla presenza del Generale di Corpo D'Armata Vincenzo Giuliani, Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri e Comandante del Comando Interregionale Podgora è stata celebrata una Messa, officiata dal cappellano militare Don Salvatore Lazazzera . E' seguita una deposizione floreale sotto la targa commemorativa del caduto.

L'intera commemorazione è stata sottolineata dalla presenza dei familiari del decorato e di numerosi cittadini del quartiere. Nota biografica e motivazione Onorificenza

STEFANINI OTELLO

Carabiniere M.O.V.C. alla "memoria", nato a Roma il 14 settembre 1968 - deceduto il 4 gennaio 1991. Alla sua memoria è intitolata, dal 22 giugno 2005, la Caserma sede del Comando Stazione Carabinieri di Bazzano (BO).

Fu insignito della Medaglia d'Oro al Valor Civile con la seguente motivazione: "Capo Pattuglia in servizio notturno di vigilanza insieme ad altri due pari grado, veniva proditoriamente fatto segno ad improvvisa azione di fuoco da parte di tre malviventi e, nonostante le ferite mortali, tentava di reagire con l'arma in dotazione prima di accasciarsi esanime sul volante del mezzo militare. Nobile esempio di altissimo senso del dovere e non comune ardimento portati fino all'estremo sacrificio. Bologna, 4 gennaio 1991."

ROMA, CONTROLLI ANTIABUSIVISMO DEI CARABINIERI NEL CENTRO STORICO. UN CITTADINO DLELA MAURITANIA DENUNICATO A PIEDE LIBERO, ALTRI 20 AMBULANTI ABUSIVI SANZIONATI. SEQUESTRATA INGENTE QUANTITA' DI REFURTIVA.

I Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno portato a termine un'operazione antiabusivismo lungo le cosiddette vie dello shopping e strade limitrofe.

Particolare attenzione è stata posta nelle zone di via del Corso, piazza del Popolo e piazza di Spagna, dove i militari hanno impiegato numerose pattuglie in abiti civili e in divisa per tentare di arginare l'annoso fenomeno dei venditori ambulanti abusivi.

Il bilancio è di una denuncia a piede libero per introduzione nello Stato di prodotti recanti segni falsi e di 20 ambulanti illegali sanzionati.

Il deferimento all'Autorità Giudiziaria è scattato nei confronti di un cittadino della Mauritania di 29 anni - nella Capitale senza fissa dimora - sorpreso dagli uomini dell'Arma in via del Lavatore dove aveva allestito la sua bancarella di borse da donna delle griffe più in voga, risultate contraffatte.

Ingente la quantità di refurtiva sequestrata dai Carabinieri nel corso delle attività: centinaia di pezzi tra aste per "selfie", power bank, auricolari, borsette con marchi contraffatti, sciarpe, giocattoli, palline di gomma colorate, elicotterini volanti, ombrelli, pistole per le bolle di sapone e fiori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento