Roma, rubavano dalle auto in sosta degli invitati ai matrimoni, tra l’Aventino e Caracalla

I Carabinieri della Stazione Roma Aventino hanno arrestato quattro persone che ripulivano le vetture dei partecipanti ai matrimoni, celebrati nelle chiese della zona.

OSTIA - Allacci abusivi (1)

I Carabinieri della Stazione Roma Aventino hanno arrestato quattro persone che ripulivano le vetture dei partecipanti ai matrimoni, celebrati nelle chiese della zona. Si vestivano con eleganza e un fiore bianco all'occhiello per meglio mimetizzarsi tra gli invitati e tra loro, peraltro, vi era anche una donna. Appena cominciata la bella stagione e con essa i matrimoni ecco che i quattro furfanti in azione: saccheggiavano le autovetture di testimoni, invitati e addirittura degli sposi stessi "impegnati" nel loro giorno più importante. Un giorno da ricordare, appunto, ma non solo per il grande evento: anche e soprattutto per gli innumerevoli furti che le vittime, tra il lancio del riso e le foto di rito, dovevano loro malgrado constatare al termine della cerimonia. I Carabinieri, dopo aver effettuato numerosi appostamenti analizzando i modi ed i tempi che i ladri utilizzavano per compiere le loro scorribande, hanno arrestato, in flagranza di reato, tre cittadini romeni ed uno italiano di età compresa tra i 30 e 35 anni, responsabili in una sola giornata di più furti su auto. I quattro si accostavano alle auto in sosta, attendendo il momento opportuno per "colpire". Mentre la donna faceva da palo, ad agire era il più giovane della banda che, "armato" di forbici da elettricista, con precisione chirurgica, forzava le serrature delle auto saccheggiando tutto quanto gli capitasse tra le mani. Compiuto il furto risaliva sulla macchina, mentre il palo si allontanava a piedi per poi posizionarsi nei pressi di un’altra autovettura e poi ad un'altra e un'altra ancora. Da settimane, infatti, i Carabinieri ricevevano diverse segnalazioni e denunce di furto, compiute nei dintorni delle basiliche del colle romano. I militari hanno bloccato i quattro malfattori mentre stavano svaligiando l'auto di un invitato ad un matrimonio nella chiesa sconsacrata di via di Valle Camene, a ridosso delle Terme di Caracalla. Al termine di un'accurata perquisizione personale e veicolare, i Carabinieri della Stazione Roma Aventino hanno trovato, oltre a numerosi arnesi atti allo scasso, anche oggetti di valore: macchine fotografiche digitali e videocamere. Refurtiva che è stata sequestrato in attesa di restituirla ai legittimi proprietari. La banda è stata accusata di furto aggravato in concorso e ricettazione e giudicati per direttissima, sono stati sottoposti alla misura dell’obbligo di firma presso varie caserme della Capitale.

SAN BASILIO – ARMATI DI COLTELLO RAPINANO GIOVANE IN STRADA. CARABINIERI ARRESTANO 2 PERSONE.

Hanno avvicinato un giovane e, sotto minaccia di un coltello, si sono fatti consegnare i contanti che aveva al seguito. La loro fuga è durata pochi metri, interrotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro che li hanno arrestati.

In manette, con l’accusa di rapina aggravata in concorso, sono finiti due cittadini romeni, di 27 e 33 anni, senza fissa dimora.

Ieri notte, la vittima, 24enne romano, mentre camminava verso casa in via Casale di San Basilio, è stato raggiunto dai due malviventi, che armati di coltello, si sono fatti consegnare 50 euro in contanti, per poi fuggire.

Intervenuti rapidamente sul posto e acquisite le informazioni e la descrizioni dei due connazionali, i Carabinieri li hanno intercettati sulla stessa via all’angolo con via Tiburtina.

I due rapinatori sono stati trovati in possesso della refurtiva e del coltello a serramanico utilizzato e sono stati portati in caserma in attesa del rito direttissimo.

ACILIA, ALLACCI ABUSIVI ALLA RETE ELETTRICA - CARABINIERI ARRESTANO 7 PERSONE

Nell’ambito dei controlli e sgomberi delle aree verdi e urbane abusivamente occupate, promossi anche dalla Commissione Straordinaria presso il X Municipio, i Carabinieri del N.O.R.M. della Compagnia di Roma Ostia, con l’ausilio dei colleghi Carabinieri Forestali della Stazione di Ostia, hanno effettuato un’operazione che si è conclusa con 7 persone arrestate. Si tratta di sei cittadini italiani ed un cittadino marocchino, di età compresa tra i 30 ed i 60 anni, alcuni dei quali già noti alle Forze dell’Ordine.

I militari hanno eseguito un controllo presso un’area occupata abusivamente di proprietà del Comune di Roma, ubicata in Acilia, via Domenico Morelli, dove erano stati sistemati camper e baracche. Gli operatori hanno subito notato la presenza di alcuni cavi elettrici, collegati alla vicina centralina, che fornivano energia elettrica agli alloggi di fortuna.

Gli uomini dell’Arma, oltre ad accertare il furto di energia elettrica per cui sono stati arrestati tutti i responsabili, si sono trovati davanti una vera e propria discarica a cielo aperto e scoperta un’attività abusiva di meccanica e carrozzeria, esercitata in un manufatto.

Nell’area circostante sono stati rinvenuti numerose parti di automobili, gomme in disuso, batterie e cavi, tutti rifiuti speciali e pericolosi suscettibili di arrecare grave nocumento alla salubrità della zona. Il “gestore” di questa officina aveva anche creato una grossa buca nel terreno dove faceva confluire tutti gli olii esausti e altri liquidi inquinanti per liberarsene frettolosamente, senza alcun riguardo per le più elementari norme ambientali.

Nella stessa area, i Carabinieri hanno trovato un secondo manufatto, utilizzato quale deposito di materiale edile.

I sette arrestati, dopo una giornata ai domiciliari, sono stati accompagnati presso le aule del Tribunale di Roma dove, a seguito della convalida del loro arresto, sono stati temporaneamente scarcerati in attesa della definizione del procedimento a loro carico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento