menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
motori auto

motori auto

Roma, rubavano e smantellavano auto prima di rivenderle. Un arresto al prenestino

Tre autovetture rubate, sette motori smontati e pronti per essere riciclati, 50 pneumatici, tappezzerie complete, marmitte, parti di carrozzeria. Questo, in sintesi, quanto rinvenuto nel pomeriggio di ieri dagli agenti della Polizia di Stato al...

Tre autovetture rubate, sette motori smontati e pronti per essere riciclati, 50 pneumatici, tappezzerie complete, marmitte, parti di carrozzeria. Questo, in sintesi, quanto rinvenuto nel pomeriggio di ieri dagli agenti della Polizia di Stato al termine di una complessa indagine sul riciclaggio di auto rubate.

Vari elementi, acquisiti nel corso dei servizi di osservazione e controllo effettuati, facevano infatti ritenere agli investigatori del commissariato Prenestino, diretto dal dott. Mauro Baroni, che nella zona di Rocca Cencia fosse attiva una base di riciclaggio di veicoli di provenienza furtiva.

Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un appostamento effettuato nei pressi di un garage privato, hanno notato un uomo, loro vecchia conoscenza, armeggiare intorno a due autovetture parcheggiate sulla rampa di accesso.

Poco dopo, hanno udito chiaramente il rumore metallico di un frullino che stava con ogni probabilità "tagliando" la carrozzeria di un veicolo. Gli agenti hanno quindi fatto irruzione all'interno, sorprendendo D.G., 57enne romano, che stava asportando la targhetta identificativa di una Fiat Panda, cannibalizzata e smontata in più parti.

Dalla targa applicata, il veicolo non è risultato da ricercare per furto, ma da una attenta analisi di alcuni numeri di telaio ancora presenti, l'auto è risultata in realtà essere stata recentemente rubata.

Anche le altre due autovetture che si trovavano sulla rampa del garage, un'altra Panda ed una Fiat 500, sono risultate provento di furto.

All'interno del garage sono state inoltre rinvenute numerose altre parti di veicoli, tra cui 7 motori smontati, sulla cui provenienza sono in corso accertamenti.

Sequestrate inoltre targhe di auto rubate, parti di libretti di circolazione, contrassegni assicurativi nonché numerosi strumenti per "cannibalizzare" i veicoli come trapani, frullini e cesoie.

L'uomo, che è risultato essere il gestore di un' autodemolizione abusiva, al termine degli accertamenti è stato arrestato. Dovrà rispondere di riciclaggio e ricettazione di veicoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento