Roma, Sara è stata bruciata viva dal suo ex fidanzato [video]

  È stato fermato l’ex ragazzo di Sara Di Pietrantonio, la studentessa di 22 anni trovata all’alba di ieri semi carbonizzata nei pressi della sua auto in fiamme, in via della Magliana, alla periferia di Roma Il fermato è Vincenzo Paduano...

 

È stato fermato l’ex ragazzo di Sara Di Pietrantonio, la studentessa di 22 anni trovata all’alba di ieri semi carbonizzata nei pressi della sua auto in fiamme, in via della Magliana, alla periferia di Roma

Il fermato è Vincenzo Paduano e ha 27 anni. Dopo un lungo interrogatorio il giovane è crollato ammettendo il delitto e le sue responsabilità. Secondo la ricostruzione della polizia Sara ha provato a chiedere aiuto, ma nessuno si è fermato. L’ex l’ha bloccata e l’ha bruciata viva. L’ha cosparsa di benzina e le ha dato fuoco con un accendino.

Secondo quanto ricostruito, nelle immagini delle telecamere di videosorveglianza che hanno inquadrato il luogo del delitto, almeno due auto sono passate prima che Sara fosse uccisa e la ragazza ha chiesto aiuto invano, senza che i conducenti si fermassero. Gli automobilisti sono stati rintracciati dalla polizia e hanno affermato di non aver capito che la ragazza invocava aiuto.

I vigili del fuoco erano intervenuti intorno alle cinque per spegnere l’incendio della macchina, una Toyota ferma sul ciglio della strada, quando sul versante opposto alcuni passanti hanno segnalato un altro focolaio tra i cespugli. E proprio lì è stata trovata Sara, a terra con le braccia allargate e la camicetta sbottonata. Sul posto è arrivata la polizia scientifica che ha eseguito i rilievi del caso.

Tra i primi a vedere il corpo della giovane, la madre Tina e lo zio, che erano usciti con la macchina a cercarla perché tardava a rientrare. L’ultimo messaggio Sara l’ha inviato alla madre intorno alle 3,30: «Sto tornando a casa» le ha scritto, come faceva di consuetudine, dopo aver accompagnato l’amica di danza con cui era uscita.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento