menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
tifosi-nocerina

tifosi-nocerina

Roma, sciarpe e magliette per gli ultras di calcio contraffatte. Arrestati in due; un romano ed un ciociaro

I finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato a termine un’articolata operazione di polizia che ha permesso di disarticolare l’attività di un sodalizio criminale dedito alla realizzazione e commercializzazione di articoli di

I finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato a termine un'articolata operazione di polizia che ha permesso di disarticolare l'attività di un sodalizio criminale dedito alla realizzazione e commercializzazione di articoli di

abbigliamento "casual" e di gadget recanti marchi e loghi contraffatti di note società nazionali ed internazionali operanti nel mondo del calcio, della musica e del cinema.

Nello specifico, nel corso delle complesse indagini dirette dalla Procura della Repubblica - DDA di Roma, è stata ricostruita l'intera filiera produttiva, individuando un articolato network di aziende che, a vario titolo, provvedevano alla produzione degli articoli contraffatti ed alla loro commercializzazione, che avveniva attraverso una rete di negozi "su strada" ma, anche e soprattutto, per via telematica.

E proprio grazie alle accurate indagini informatiche espletate sul web che le Fiamme Gialle romane sono state in grado di mappare la complessiva operatività criminale dell'organizzazione. Sono stati, così, scoperti diversi siti internet, pagine dedicate di social network nonché veri e propri "negozi virtuali", attraverso i quali il sodalizio pubblicizzava e commercializzava i prodotti contraffatti.

A capo dell'organizzazione due imprenditori, uno romano e l'altro frusinate, entrambi di 31 anni, i quali si sono avvalsi anche di un terzo soggetto, una donna, che li ha coadiuvati sia nella fase della produzione che dei rapporti commerciali con la nutrita schiera dei clienti, curando anche la fase dei successivi incassi.

Fondamentale, quindi, per il buon fine degli affari è stata l'appartenenza di uno degli associati a frange di tifo organizzato.

Ed è proprio a questi ultimi che era rivolta la maggior parte della tipologia di prodotti d'abbigliamento casual commercializzati, ovvero, le magliette, le felpe, i cappelli, le tute recanti i marchi o i loghi di plurime squadre di calcio nazionali ed internazionali creando, di fatto, una sorta di monopolio nella produzione di materiali per il mondo "Ultras".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento