menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, spaccio e ricettazione, tutto "in famiglia". Due arresti e una denuncia

Tenevano in casa gioielli, telefonini e tablet, tutti rubati in negozi e appartamenti della zona Romanina, destinati, probabilmente, ad essere rivenduti. Trovati anche contanti, stupefacenti e materiale per lo spaccio di droga. I componenti della...

Tenevano in casa gioielli, telefonini e tablet, tutti rubati in negozi e appartamenti della zona Romanina, destinati, probabilmente, ad essere rivenduti. Trovati anche contanti, stupefacenti e materiale per lo spaccio di droga. I componenti della banda "a conduzione familiare", sono stati individuati dopo un attento lavoro di indagine, condotto dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Romanina.

Capo famiglia, e capo banda, è un 55 romano già noto alle Forze dell'Ordine, condannato in passato per reati inerenti gli stupefacenti.

L'uomo è stato sorpreso dai poliziotti proprio sotto casa sua, è stato così avvicinato e invitato a salire nell'appartamento. Mentre apriva il portone ha improvvisamente iniziato a suonare il citofono e a gridare alla sua compagna, che era all'interno, che stavano arrivando "le guardie".

La donna allora ha gettato un involucro, risultato poi essere un pacchetto di cocaina, da una delle finestre che affacciano sul lato opposto del palazzo, trovando però a raccoglierlo un poliziotto che aveva prontamente previsto la sua mossa.

L'uomo, P.S., aveva in casa numerosi oggetti di valore, soprattutto gioielli con ancora il cartellino attaccato, tablet e telefoni cellulari di ultima generazione, oltre a 3.500 euro in contanti. La perquisizione si è poi estesa a casa della suocera, poco distante, dove sono stati trovati lo stesso tipo di oggetti, rubati da abitazioni e negozi, oltre a 9.200 euro in contanti e altra moneta estera di vari Paesi. In entrambe le case sono state trovate diverse dosi di stupefacente, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

Il 55enne e la sua compagna, M.I. 42enne romana, sono stati arrestati per ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La suocera è stata denunciata per gli stessi reati. Ulteriori indagini sono in corso per accertare l'eventuale coinvolgimento di altri complici.

Foto della Questura di Roma

Romanina materiale sequestrato foto Questura di Roma

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento