Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Roma, Termini accoltella connazionale al volto e al fianco. Arrestato 34enne eritreo

Per futili motivi, ha avvicinato un suo connazionale, senza fissa dimora come lui, e lo ha accoltellato al volto e al fianco.

Per futili motivi, ha avvicinato un suo connazionale, senza fissa dimora come lui, e lo ha accoltellato al volto e al fianco.

E' accaduto la scorsa notte in via Marsala, dove i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, transitando nei pressi della stazione Termini, hanno notato la scena e hanno arrestato un 43enne eritreo, gravato da numerosi precedenti, con le accuse di lesioni personali aggravate e porto abusivo di armi.

I Carabinieri, dopo aver bloccato l'aggressore e recuperato il coltello, hanno soccorso la vittima, un suo connazionale di 26 anni, che è stato poi medicato all'ospedale "San Giovanni Addolorata" per le ferite al fianco sinistro e al mento, guaribili in 10 giorni.

I Carabinieri hanno sequestrato l'arma e portato l'arrestato in caserma, dove è stato custodito in cella in attesa del rito direttissimo.

VIALE DELLE PROVINCE - LITIGA CON IL MARITO E LO ACCOLTELLA AL TORACE.

CARABINIERI ARRESTANO 41ENNE.

Quella che sembrava una normale lite familiare si è quasi trasformata in tragedia, quando una donna, durante un diverbio con il marito, ha afferrato un coltello da cucina e lo ha colpito al torace. La donna, una 41enne della provincia di Napoli, è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma.

Ieri sera, intervenuti a seguito di richiesta giunta al NUE 112 presso l'abitazione della coppia in viale delle Province, i Carabinieri hanno trovato la donna ancora armata di coltello che, per sottrarsi all'identificazione, li ha minacciati arma in pugno; i Carabinieri sono riusciti prontamente a bloccarla e a soccorrere il marito ferito.

La vittima, un 40enne romano, è stato trasportato all'ospedale "Umberto I°" e medicato per una ferita da taglio al torace sinistro e varie escoriazioni al volto, guaribili in 7 giorni.

L'arrestata è stata trattenuta in caserma in attesa del rito direttissimo, durante il quale dovrà difendersi dalle accuse di lesioni personali aggravate e minaccia a pubblico ufficiale.

L'arma utilizzata dalla donna è stata sequestrata dai Carabinieri.

BLITZ ANTIDROGA NELLA MOVIDA ROMANA. CARABINIERI FERMANO 18 PUSHER E SEQUESTRANO DIVERSE CENTINAIA DI DOSI DI DROGA E CONTANTI.

Ieri sera, i numerosi blitz antidroga condotti dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno permesso di fermare 18 pusher, colti in flagranza mentre cedevano dosi di droga a giovani e tossicodipendenti, e al sequestro di diverse centinaia di dosi di hashish, marijuana, cocaina, eroina e shaboo, pronte ad essere vendute, nonché ad oltre 1.300 euro in contanti, ritenuti provento dell'attività illecita.

Gli arresti sono stati eseguiti nelle aree della movida romana tra la stazione Termini, San Lorenzo, Trastevere, l' Ostiense, il Pigneto e piazza Vittorio Emanuele II.

Sono finiti in manette 17 cittadini maggiorenni - sei romani, tre nigeriani, uno del Gambia, uno della Somalia, tre tunisini, uno del Congo e due del Senegal- mentre un minorenne di nazionalità egiziana è stato denunciato a piede libero.

I fermati, molti di loro già conosciuti alle forze dell'ordine, dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il pusher minorenne è stato accompagnato presso la comunità "Mediterraneo"; per gli arrestati, tre sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre gli altri sono stati accompagnati e trattenuti nelle varie caserme della Capitale in attesa del rito direttissimo.

Durante le attività, i Carabinieri hanno anche identificato decine di acquirenti, che sono stati segnalati all'Ufficio Territoriale del Governo quali assuntori abituali di droghe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Termini accoltella connazionale al volto e al fianco. Arrestato 34enne eritreo

FrosinoneToday è in caricamento