Roma, Torre Spaccata arrestato 18enne che aveva appena rapinato e aggredito 2 donne con calci e pugni

I Carabinieri della Stazione di Roma Alessandrina hanno arrestato un cittadino Algerino di 18 anni, senza fissa dimora, che aveva aggredito due donne, una 36nne romena e un’italiana di 55 anni, in due episodi distinti e a distanza di pochi minuti...

casilina-collane-rinvenute-sullo-scippatore-seriale-2

I Carabinieri della Stazione di Roma Alessandrina hanno arrestato un cittadino Algerino di 18 anni, senza fissa dimora, che aveva aggredito due donne, una 36nne romena e un’italiana di 55 anni, in due episodi distinti e a distanza di pochi minuti uno dall’altro, per rapinarle delle collane in oro che portavano al collo.

I Carabinieri sono stati allertati da alcuni passanti che avevano udito le urla di una delle vittime ed hanno immediatamente chiamato il 112, fornendo una dettagliata descrizione del rapinatore.

Dopo pochi minuti, in via Walter Tobagi, una pattuglia dei Carabinieri ha individuato il rapinatore e lo hanno bloccato, nonostante la strenua resistenza.

In tasca il malvivente aveva tre collane, due appartenenti alle citate vittime che sono state riconsegnate, mentre per la terza collana, i Carabinieri stanno cercando di risalire ad una eventuale terza vittima, rimasta al momento sconosciuta. A tal proposito viene diffusa la foto dell’oggetto prezioso.

TIBURTINA – MAXIRISSA TRA CITTADINI SUDANESI ED ERITREI, CARABINIERI ARRESTANO 6 PERSONE.

Quattro cittadini sudanesi e due eritrei, di età compresa tra i 18 e 39 anni, senza fissa dimora, sono stati arrestati nella serata di ieri, dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma per aver partecipato ad una violenta rissa, scaturita da futili motivi, in via Tiburtina nei pressi del civico 249.

E’ stato necessario l’intervento di più pattuglie dei Carabinieri per sedare la furibonda zuffa tra i cittadini africani che si stavano colpendo, senza esclusione di colpi, con bastoni di legno, ombrelli, calci e pugni.

Per 3 degli arrestati sono state necessarie le cure del pronto soccorso del Policlinico Casilino dove sono stati medicati e dimessi per contusioni varie riportate nel corso della rissa.

Sul luogo dell’evento, i Carabinieri hanno sequestrato 4 bastoni in legno di grosse dimensioni e un ombrello utilizzati per colpirsi.

I sei arrestati sono stati trattenuti in caserma, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo questa mattina a piazzale Clodio.

PONTE SISTO – ATTIVITA’ ANTIDROGA DEI CARABINIERI. 3 ARRESTI.

I Carabinieri della Compagnia di Roma Trastevere hanno svolto una massiccia attività di controllo al fine di contrastare lo spaccio di stupefacenti nell’area tra Ponte Sisto e piazza Trilussa. Nelle ultime ore, tre pusher sono stati arrestati e decine di dosi di droga, pronte per la vendita, sono state sequestrate.

I primi a finire in manette, a Ponte Sisto, sono stati due cittadini stranieri, un 31enne di origini siriane e un 20enne di nazionalità marocchina, entrambi con precedenti, senza fissa dimora, colti in flagranza mentre cedevano dosi di hashish e marijuana a giovani acquirenti.

Sempre a Ponte Sisto, gli stessi Carabinieri hanno fermato un 35enne di nazionalità senegalese, trovato in possesso di alcune dosi di marijuana e denaro contante, provento dello spaccio.

Tutti gli arrestati dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio e spaccio di stupefacenti.

TRIONFALE – CARABINIERI ARRESTANO MARITO VIOLENTO. LA MOGLIE TROVATA IN STRADA DOPO ESSERE FUGGITA CON IL BIMBO DI UN ANNO.

I Carabinieri del Nucleo Operativo Roma Trionfale hanno arrestato un 39enne romano, già noto alle forze dell’ordine, per continui maltrattamenti nei confronti di sua moglie, 35enne romana, e per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Intervenuti su richiesta della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Roma, dove era giunta la richiesta di aiuto della donna, i Carabinieri sono arrivati in via Calalzo, quartiere Trionfale, dove hanno trovato la vittima in strada con, in braccio, il figlio di un anno.

La donna, in stato di agitazione e paura, ha raccontato ai Carabinieri dell’ennesima aggressione subita, dei colpi al volto ricevuti dal violento marito e che questa volta, aveva deciso di denunciarlo.

Fuggita da casa, la donna ha indicato dove si trovava il marito.

Il 39enne, in stato di alterazione per l’abuso di alcol, appena aperta la porta, ha aggredito i Carabinieri spintonandoli violentemente ma è stato subito bloccato e ammanettato.

La vittima è stata portata al Policlinico Gemelli per le lesioni subite, guaribili in pochi giorni.

L’arrestato è stato portato in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento