Cronaca

Roma, va a casa della sua ex al casilino per ucciderla ma trova la polizia ad attenderlo

Ha telefonato alla sua ex compagna ieri mattina intorno alle ore 10,00, dicendole che stava per andare da lei con l’intenzione di ucciderla.

Ha telefonato alla sua ex compagna ieri mattina intorno alle ore 10,00, dicendole che stava per andare da lei con l'intenzione di ucciderla.

La vittima, una donna di 52 anni, abitante nella zona del Casilino, spaventata dall'uomo, ha chiesto aiuto al 113 e dopo pochi minuti due equipaggi della Polizia,

volanti della Questura e l'altro del Commissariato

precipitate a casa della donna. La signora, apparsa subito molto e agitata minacce del suo ex, M.S., romano di 51 anni, ha ricevuto

una seconda telefonata, ascoltata investigatori, stava raccontando l'accaduto. L'uomo senza durante l'aveva telefonica minacciata di morte, dicendole che stava arrivando da lei armato di pistola e di aspettarsi il peggio. Dopo poco, per nulla intimorito dalla Polizia, è arrivato dalla donna e quando gli agenti gli sono andati incontro per calmarlo, li ha subito aggrediti con calci e pugni. Bloccato, dall'intervento di altro personale in divisa, l'uomo

immobilizzato e accompagnato in Commissariato. Il 52enne, risultato carico diverse denunce, presentate proprio dalla vittima comportamento momento del fermo è stato trovato in possesso di un coltello a scatto custodito nella tasca della giacca. La conseguente perquisizione domiciliare, ha consentito invece il ritrovamento di una pistola semiautomatica e di un caricatore. Terminati gli accertamenti, ora l'uomo dovrà rispondere di resistenza al pubblico ufficiale le accuse da cui dovrà difendersi. I due agenti, rimasti feriti a seguito della colluttazione con l'arrestato, sono dovuti ricorrere alle cure dei medici.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, va a casa della sua ex al casilino per ucciderla ma trova la polizia ad attenderlo

FrosinoneToday è in caricamento