Roma, villa Gordiani stalker armato di una grossa mazza di ferro danneggia l’auto della sua ex compagna e minaccia di incendiarle casa

Cittadino romano arrestato dai carabinieri proprio mentre si recava presso l’abitazione della ex con una bottiglia d’alcool.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA-37

Cittadino romano arrestato dai carabinieri proprio mentre si recava presso l’abitazione della ex con una bottiglia d’alcool.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arresto un 32enne romano con l’accusa di atti persecutori e danneggiamento ai danni dell’ex convivente. L’uomo che non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale con una 37enne romana, intrapresa il mese di aprile scorso, ieri pomeriggio, armato di una grossa mazza di ferro, utilizzata per le demolizioni, ha praticamente distrutto l’auto della donna, una Smart, sfondandole tutti i finestrini, le parti in plastica all’interno dell’auto e la carrozzeria.

Successivamente l’ha contattata tramite un social network, inviandole le foto del veicolo danneggiato e minacciandola anche di incendiarle l’abitazione se lei non avesse accettato di riallacciare la relazione sentimentale.

La vittima che al momento non era in casa, terrorizzata, ha chiamato il 112 NUE, chiedendo aiuto ai Carabinieri.

I militari hanno immediatamente avviato le ricerche dell’uomo che è stato rintracciato poco dopo, mentre era a bordo del suo scooter e si stava recando presso l’abitazione della donna, in possesso di una grossa bottiglia di alcool etilico.

A seguito della perquisizione personale, veicolare e domiciliare, il 32enne è stato trovato in possesso oltre della bottiglia di alcool etilico anche della mazza da demolizione utilizzata presumibilmente per il danneggiare l’auto della vittima, tutto sequestrato.

Lo stalker, arrestato dai Carabinieri, è ora nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

EUR, EX DIPENDENTE ACEA SORPRESO A RUBARE 120KG DI CAVI ELETTRICI IN RAME DA UNA CABINA ELETTRICA. CARABINIERI ARRESTANO UN ROMANO DI 40 ANNI.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un romano di 40 anni, disoccupato e con precedenti, perché sorpreso a rubare un grosso quantitativo di cavi elettrici in rame, dall’interno di una cabina ACEA, nel quartiere EUR.

I Carabinieri sono stati allertati a seguito di una segnalazione arrivata al 112 NUE. Giunti all’incrocio di viale città d’Europa con via Helsinky, dove è ubicata una cabina elettrica, hanno pizzicato l’uomo mentre caricava la matassa di cavi di rame, all’interno della sua autovettura.

Bloccato il 40enne, i militari hanno scoperto che era un ex dipendente dell’azienda Acea e che per questo era pratico nel muoversi all’interno delle cabine elettriche.

Il rame recuperato dai militari, quantificato in 120 kg è stato poi riconsegnato ad un responsabile della municipalizzata.

L’uomo è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento