Roma Anagni

Anagni, Bassetta su Ambrosetti passato in minoranza: “ Sintomo di non chiarezza”

Ogni scelta deve essere rispettata in sé, ma la scelta è responsabilità di chi sceglie, non di altri.

Ogni scelta deve essere rispettata in sé, ma la scelta è responsabilità di chi sceglie, non di altri.

Additare ad altri la responsabilità delle proprie scelte è sintomo di non chiarezza, soprattutto con se stessi. Il passaggio all'opposizione del consigliere Ambrosetti è una scelta legittima, ma farla derivare unicamente dal comportamento di altri, o da asserite mancanze politiche, è un'evidente distorsione della realtà. La vicenda ha qualcosa di paradossale e al di là dei commenti, sempre più o meno interessati, e delle differenti valutazioni politiche, è bene attenersi ai fatti. Si può dire quello che si vuole sul programma e la sua mancata attuazione, sulla coerenza dell'azione politica o sull'efficacia di quella amministrativa.

Per quello che mi riguarda i fatti sono questi: il consigliere Ambrosetti al primo consiglio comunale ha espresso tutte le sue riserve e le sue critiche sulle prime scelte politiche del sindaco, quelle relative alla formazione della giunta (anche il tempo ha la sua importanza e di tempo per meditare su questa maggioranza ce n'è stato in abbondanza).

Coerenza politica avrebbe voluto che questa scelta fosse stata fatta proprio con la tanto vituperata entrata in maggioranza del gruppo di Anagni Democratica, visto che a suo dire questo ha costituito un tradimento elettorale (e cosa più importante il non ottenimento dell'agognato assessorato).

Dimentichiamo, come invece ha ricordato un esponente politico proveniente da quell'area in una recente assemblea dei Think Dem, che proprio con Anagni Democratica la Rete ha tentato una coalizione politica, in vista delle ultime elezioni amministrative e prima di approdare in questa coalizione (attenzione ad accusare gli altri di schizofrenia).

Allora è davvero troppo tardi per dare a queste scelte un significato diverso da quello che è sotto gli occhi di tutti: un mero calcolo politico. Infine, il garbo e il buonsenso politico avrebbero voluto che prima di una scelta del genere ci fosse un confronto che non avremmo mai rifiutato; ma è molto più pagante una conferenza stampa infarcita di accuse. Ognuno segue la propria strada e ha il proprio stile.

Il consigliere Ambrosetti, dopo una oltremodo prolungata riflessione, ha scelto la sua a modo suo. Personalmente e al di là della politica, ho conosciuto Simone che saluto cordialmente e al quale formulo i miei sinceri auguri per tutto quello che di buono la vita gli potrà donare>.

ANAGNI , SI RIUNIRÀ GIOVEDÌ 26 IL COORDINAMENTO VALLE DEL SACCO SI PARLERÀ DI COLLE FAGIOLARA

Giovedì 26 gennaio, a partire dalle ore 16.00, nella Sala della Ragione del Comune di Anagni torna a riunirsi il Coordinamento dei Sindaci per l'ambiente, l'organismo che racchiude soprattutto i Comuni della Valle del Sacco e si confronta da oltre due anni sulle problematiche del vasto territorio interessato.

Tre i punti all'ordine del giorno inseriti dal sindaco Fausto Bassetta in qualità di coordinatore del gruppo. Il primo riguarda la situazione della discarica di Colle Fagiolara, sito di Colleferro confinante con Paliano. Si parlerà poi dello stato del Sin (Sito di interesse nazionale) Valle del Sacco dopo il decreto di perimetrazione definitiva firmato dal Ministro dell'Ambiente, necessario per effettuare la bonifica. Infine, saranno presenti alla riunione i titolari dell'azienda Saxa Gres (ex Marazzi) che illustreranno la loro attività di riutilizzo dei rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, Bassetta su Ambrosetti passato in minoranza: “ Sintomo di non chiarezza”

FrosinoneToday è in caricamento